Longevità, privilegio e privazioni

Dedico questo post a Liana, una persona che mi è cara e che ha vinto una battaglia: tornarsene a casa sua, dopo mesi di permanenza in una struttura protetta…dove lei non si sentiva protetta affatto. Sto parlando di una tenace signora ultraottantenne, bastonata dalla sorte che l’ha privata dei due figli maschi, Maurizio e Daniele, morti ancora giovani di malattia e del marito, Armando Contro, mio compianto professore di Liceo Classico, cui ho dedicato il mio romanzo Il Faro e la Luce , mancato all’inizio della pandemia. La figlia superstite vive all’estero. Di conseguenza Liana è stata per così dire adottata dai volontari Massimo, Mario e Patrizia che l’hanno seguita durante il ricovero in ospedale e poi in una struttura protetta, dove l’inossidabile signora ha recuperato energie e mantenuto sempre vivo il desiderio di tornare a casa. Lì custodisce i ricordi della vita familiare, trascorsa nella buona e nella cattiva sorte. Dopo ostacoli e impedimenti vari, grazie alla mediazione di Massimo, angelo custode in carne e ossa, finalmente il rientro è avvenuto, anche se Liana dovrà accettare la presenza di Giulia, la badante rumena con cui condividere le giornate. Ma questo è un piccolo sacrificio, rispetto alla libertà di stare a casa propria dove anche i mobili e le suppellettili plaudono allo spirito di questa donna veramente in gamba. La longevità è un privilegio, ma chi ci arriva deve mettere in conto molte privazioni. Indispensabile una rete di sostegno morale e materiale, spesso intessuta da volontari estranei al nucleo familiare. A loro, onore al merito! Auguri cari a Liana, come il marito Un faro di luce!

4 pensieri riguardo “Longevità, privilegio e privazioni”

  1. Che bella notizia finalmente Liana è tornata a casa accanto ai suoi ricordi .Anche se non la conosco di persona ,ma solo attraverso i tuoi racconti Ada,cari saluti a lei ed un in bocca al lupo!!!!!🤗🤗👋👋

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: