Fatalità o negligenza

Nella Cronaca del Corriere del Veneto mi colpisce la morte in piscina comunale a San Pietro in Gu di Christian Menin, che avrebbe compiuto sette anni il prossimo Natale. L’ipotesi di reato è omicidio colposo per omessa vigilanza del minore. Il pubblico ministero si pone una domanda che mi pongo anch’io: Fino a che punto deve arrivare lo sguardo vigile di un bagnino – in questo caso una ragazza 22enne – e fino a che punto quello dei genitori? Il piccolo Christian non indossava i braccioli e neanche il salvagente e si era allontanato per giocare con un bambino più grande di lui. Quando facevo l’insegnante, erano perfino ossessivi gli inviti a vigilare i ragazzi durante la ricreazione, pena “multa in vigilando” e mi riferisco ad adolescenti tra gli 11 e i 14 anni, in grado di badare a se stessi (quasi). Nel caso di bambini di età prescolare o giù di lì, non ho esperienza diretta, ma ho già confidato in un precedente post di aver perso mio figlio al mare, per un paio d’ore, quando aveva circa l’età di Christian: un’esperienza terribile, per fortuna conclusasi bene. Dovetti ricredermi sulla certezza che non si sarebbe allontanato da dove l’avevo lasciato per pochi minuti. Invece accadde. Da allora non mi sono più fidata e gli sono stata col fiato sul collo, senza delegare ad altri la sua incolumità. Per dire quanto sia totalizzante il ruolo del genitore e quanto sia facile delegarne ad altri la responsabilità, quando accade una disgrazia. Mi ricordo uno scioglilingua di mia madre, in dialetto, il cui significato era: chi li ha fatti se li tiene. Qualcuno potrebbe obiettare che, così facendo, si crescono creature ansiose e tristi. Può darsi, ma su quelle vive si può sempre intervenire, se la disgrazia, per fatalità o negligenza, non ci mette lo zampino.

4 pensieri riguardo “Fatalità o negligenza”

  1. Purtroppo di fronte a una tragedia si cercano sempre le responsabilità dell’adulto che doveva vigilare ,in primis
    i genitori ….. ma a volte basta una disattenzione perché succeda una tragedia .Anche a me è successo di perdere Alessio al mare ,penso sia successo a tantissimi genitori perché ancora adesso si sentono al mare gli altoparlanti che segnalano l’ allontanamento di qualche minore che non riesce più a trovare l’ ombrellone e i suoi genitori .Poveri genitori che in questi casi l’ ansia li coglie ,finché tutto non va,’ a buon fine.Ciao🤔🤔🤔🤔

    Piace a 2 people

    1. Già, purtroppo Lucia non possiamo sempre appellarci al proverbio “Mal comune mezzo gaudio” perché non tutte le disavventure si risolvono bene. Certo che il genitore non può permettersi cali di attenzione (che sono comprensibili) e nemmeno delegare ad altri le sue responsabilità… credo sia anche per questo che nascono meno figli, oggi. Tuttavia il nostro pianeta risulta assai popolato!

      Piace a 1 persona

  2. É una disgrazia immane ma prima di tutto, da bagnino, colpevolizzo sia i genitori sia la bagnina: ibprimi per l’incoscenza di mandar in acaua un bimbo di 7 anni che non sa nuotare senza fargli mettere i braccioli, la seconda per non aver detto niente ai genitori. Poi, capisco che non si possano avere 100 occhi e le piscine di S. Pietro in Gu non sono piccole e semplici da gestire però ripeto che colpevolizzo maggiormente i genitori per la loro negligenza nel non tener almeno sott’occhio il bimbo. Mi auguro che i primi non l’abbiano fatto per pigrizia e che la bagnina stesse effettivamente vigilando correttamente!

    Piace a 2 people

    1. Da bagnino titolato è un ottimo commento. Temo che ai genitori, impegnati con una bimba di pochi mesi, sia sfuggito di mano il figlioletto… e la loro responsabilità in primis. Senza colpevolizzare, ma badare ai propri figli è dovere inderogabile. Bravo Manuel, vigila affinché non sia mai coinvolto in simili tragedie… grazie del contributo!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: