Addio a Gino Strada

A caccia di notizie sul web, incappo nella seguente: È morto Gino Strada. Il fondatore di Emergency aveva 73 anni. Laureato in Medicina e Chirurgia, specializzato in Chirurgia d’Urgenza, nel 1988 si indirizza verso la cura delle vittime di guerra. Tra il 1989 -1994 lavora con il Comitato internazionale della Croce Rossa in varie zone di conflitto: da questa esperienza nasce l’ONG Emergency, fondata insieme alla moglie Teresa Sarti e a un gruppo di colleghi. Dalla sua fondazione alla fine del 2013, ha fornito assistenza gratuita a oltre 6 milioni di pazienti in 16 paesi del mondo. Che dire? Le cifre parlano da sole. Mi spiace che sia mancato un uomo speciale, un’icona del volontariato. Abituata a vederlo in tivù gli anni passati, ho più volte dato il mio obolo per la causa a favore delle vittime di guerra, molti bambini. A scuola, nell’antologia c’era una sezione riservata a questo argomento, che non lasciava indifferenti i ragazzi. A Bassano abbiamo anche visto una mostra fotografica sul tema, efficace anche più delle parole. “Lascia un vuoto enorme, che non si potrà colmare. Salutiamo un uomo che si è battuto senza sosta per i diritti e la giustizia, in tutto il mondo”, è il messaggio del quotidiano il manifesto che condivido. Leggo che era in vacanza in Normandia, il che mi fa pensare che non fosse ammalato: una dipartita improvvisa per un viaggio verso l’infinito.

4 pensieri riguardo “Addio a Gino Strada”

  1. Brava Ada, hai reso omaggio a un grande uomo e ad un medico che ha fatto del bene in tutte le zone del mondo martoriate dalla guerra , donando la sua professionalità assieme ad altri medici nel curare ed assistere parecchi ammalati e feriti.Una gran bella persona ,di cui il nostro paese può andare fiero.Riposa in pace anima buona e grazie per aver donato la tua vita a servizio degli altri

    Piace a 1 persona

  2. Ho conosciuto una Infermiera che lavorava a stretto contatto con il dr Strada, mi ha fatto conoscere aspetti dell’uomo e medico veramente nobili.
    Egli ha pure concretizzato un poliambulatorio con servizi gratuiti per Zingari, Nullatenenti, Senzafissadimora che faticano ad accedere al Servizio Sanitario Nazionale; sapete dove si trova? A Marghera.

    Piace a 1 persona

    1. Bene, Martina, ottima informazione che aumenta il prestigio e la stima verso la persona che si è spesa alla grande per i più sfortunati. Fortunato chi ha lavorato con lui. Comunque la sua eredità è sotto gli occhi di tutti e dovremo farne tesoro. Grazie del contributo, buona serata, ciao! 💟

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: