Venerdì santo, tra fiori e silenzio

Da giorni tenevo d’occhio il mio Ciliegio giapponese (da fiore) in attesa di cogliere l’apertura dei primi boccioli: è successo stamattina! Aprendo gli scuri dello studio, lo sguardo si è posato su un ricamo di fiorellini rosa, raggruppati a mazzetti, uno spettacolo! Non so paragonare l’emozione provata, frutto della bellezza distesa tra i rami e adornata dalla mia gratitudine. Non so cosa mi succederà oggi, ma prima di dormire metterò questo regalo della natura come la cosa più bella che ho avuto il piacere di apprezzare. La Natura è sempre un conforto, silenzioso e costante, offre spunti di riflessione anche il giorno di venerdì santo: dopo un inverno avaro di piogge e flagellato da sbalzi termici, rinascono i tulipani, messaggeri di buona sorte, le giunchiglie strizzano l’occhio all’ottimismo e i giacinti diffondono nell’aria un profumo di buono. Mi stupiscono soprattutto i fiori e le piante che nascono da soli nello spazio in cui vivo, tipo le viole sparse qua e là, per non parlare del fico in mezzo alle ortensie, del ciliegio selvatico tra le roselline tappezzanti e del susino selvatico insinuatosi tra la siepe di fottinie. Sono persuasa che il megIio della mia casa stia più fuori che dentro, cresciuto nel tempo per gli interventi straordinari della natura, più che per le mie attenzioni. La parabola del chicco di grano che muore per generare frutto si sposa benissimo con il significato religioso della giornata odierna, in cui si ricorda il sacrificio di Cristo sulla croce, successivamente risorto per redimerci. Quindi giornata di riflessione e di silenzio, favorito dal risveglio silenzioso e multicolore della natura.

4 pensieri riguardo “Venerdì santo, tra fiori e silenzio”

  1. Il desiderio di uscire ci porta a dare un maggior valore al rinnovamento della natura e dunque a cogliere con gioia ogni piccolo sbocciare….ma non sottovalutare i tesori che nascondi nella tua dimora …

    "Mi piace"

    1. Che cara, Serapia: grazie!
      Mi obblighi a guardare nelle stanze… dove c’è sempre un fiore o una foto di gatti, e le mie “sudate carte”. Ieri ho dato l’ok per la stampa dell’ultimo impegno letterario, che conto di avere entro un paio di settimane. Spero che sarà accolto… come un bel fiore! Oggi ho tagliato la prima erba sbracciata, così mi sono pure abbronzata! (rima gratuita). Dopo mi concedo la lettura del tuo simpatico libro gattaro! Buon pomeriggio, arrivederci 💛

      "Mi piace"

  2. È sempre bello leggere i tuoi post sulla natura che ti e ci circonda .La tua descrizione è una carezza dell’anima ,sai cogliere ogni minimo dettaglio.Come non si può apprezzare questa meravigliosa stagione ,che porta al risveglio della natura? Lo sai che potresti fare una raccolta dei tuoi blog ,per poi pubblicarli? Buon pomeriggio cara Ada.Ci sentiamo !!!

    "Mi piace"

  3. Questa idea me l’ha data anche Manuel, terrò presente. Non pensavo che sarei riuscita a scrivere post tutti i giorni… evidentemente ho trovato la mia valvola di sfogo ideale, con una rosa di amici commentatori, capeggiati da te!
    Inoltre scrivendo tengo in esercizio le meningi e mi sento in buona compagnia, sebbene distanziata. Perciò grazie a te e al felice seguito!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: