Messaggi del cuore

Sono stata a fare il vaccino, mezza dose di Moderna dopo aver fatto prima e seconda con AstraZeneca, in un Centro allestito in una ex Scuola Elementare plesso di Asolo. Premetto che non ci sono andata a cuor leggero, ma speranzosa di proteggermi dal famigerato e radicato covid. Devo dire che l’operazione si è svolta abbastanza presto ed in maniera organizzata, grazie anche all’aiuto dei volontari, tra cui una gentile ragazza che indirizzava le persone verso la zona giusta con un invidiabile sorriso. Il medico che mi ha fatto l’anamnesi aveva i capelli bianchi ma una buona propensione al dialogo, tanto che si è premurato di spiegarmi la caratteristica degli ultimi vaccini e come funzionano: una lezione gradita e rassicurante. Dopo la sosta di un quarto d’ora in sala d’attesa per verificare eventuali effetti collaterali immediati, mi sono diretta all’uscita, dove troneggiava un semplice albero di Natale, addobbato con i pensierini scritti presumo dagli alunni di prima elementare, su cui mi sono concentrata: una somma di tenerezza e di bontà che vale oro. Plauso alle maestre che avranno orientato i bambini ad aprire il loro cuore e a vergare i messaggi, alcuni corredati di cuoricini e correzioni. Su un cartoncino l’augurio era destinato ai medici e agli infermieri che si sono sacrificati per la salute degli altri, replicato in altri messaggi. L’ho trovato particolarmente pertinente, sia per sottolineare una categoria in prima linea durante la pandemia, sia per la destinazione d’uso della Scuola diventata centro vaccinale. All’ingresso ho apprezzato la targa che il Comitato Genitori di Sant’Apollinare ha dedicato alla Scuola Primaria, con inciso il pensiero di Malala Yousafzai, sempre attuale: “Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo”. Testimonianze da valorizzare.

4 pensieri riguardo “Messaggi del cuore”

    1. Brava Lucia, mi unisco a te nella fiducia verso la scienza….che è fatta di uomini e non di maghi o stregoni. D’altronde di perfetto mi risulta ce ne sia uno…e non abiti in terra. Ho letto che la pandemia si sta trasformando in endemia, qualcosa di meno grave: sarebbe auspicabile, me lo auguro, anzi ce lo auguriamo in moltissimi! Grazie e buona serata

      "Mi piace"

  1. Ma, cosa dici Lucia, ora si fa la terza dose, io l’ho già fatta a fine novembre, dobbiamo proiettarci sulla quarta dose!
    Un po’ scherzo è un po’ sono seria, nel senso che se la pandemia evolve in endemia potrebbero presentarsi dei picchi periodici i quali si fronteggiano con vaccinazioni periodiche come per l’influenza virale cui eravamo abituati.
    Qualcuno, che magari ha approfondito più di me, mi dica qualcosa a rinforzo o in diminuzione, grazie.

    Piace a 1 persona

    1. Ottimo, Martina! Chissà che intervenga Piero che compera ogni giorno il quotidiano e so che legge i post. Qualunque contraddittorio è accetto. Grazie di essere presente con le tue assennate riflessioni che ci tengono buona compagnia! Buona serata, un abbraccio! 🧡

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: