Amore “bestiale”

Sono sincera: di rado mi commuovo, leggendo il quotidiano. Piuttosto è plausibile che mi irriti o che qualche notizia mi indigni… però un nodo alla gola mi prende quando leggo: Salvato in Friuli Resiste nel bosco al gelo per 7 notti “Sono vivo grazie al mio cane Ash”, pag. 19 di la Repubblica, venerdì 19 febbraio 2021. È la disavventura successa a un 33enne triestino, a 700 metri di quota, scivolato in un canalone, con frattura della caviglia e altri traumi. Unica compagnia, il cane Ash, un piccolo meticcio con cui ha condiviso sette notti “tenendosi caldo a vicenda” con temperature sottozero e cellulare senza rete, come succede nelle situazioni sinistre. I soccorsi, allertati dalla fidanzata, hanno permesso il salvataggio dell’escursionista e del suo fedele amico a quattro zampe. Un esempio di amore incondizionato da parte degli animali, che anch’io ho sperimentato, in situazioni per fortuna ordinarie. Ho perso Puma, la mia gattina di 11 anni, due settimane fa. Era cardiopatica e non lo sapevo. L’intervento del veterinario non me l’ha restituita, come speravo. A proposito di calore reciproco, Puma aveva l’abitudine di infilarsi sotto le coperte e di posizionarsi all’altezza della mia anca affetta da artrosi, procurandomi una benefica sensazione di tepore. Meglio della seduta di magnetoterapia. Un animale è un grande bene, per il corpo e per lo spirito. Dalla notte dei tempi, attraverso san Francesco e tutte le persone sensibili (che non sono mai troppe!)

2 pensieri riguardo “Amore “bestiale””

  1. Che bella storia ,se non fosse stato per l’ amico cane forse l’ escursionista non sarebbe qua a raccontare la sua disavventura. Gli amici animali ti danno il loro amore senza chiederti niente in cambio ,certi di essere ricambiati.Ma molte volte vengono maltrattati !!!!!!

    Piace a 1 persona

    1. Spero che questa storia faccia ravvedere qualcuno che non ama gli animali. Ma non riesco a concepire chi li maltratta per puro sadismo! Grazie alla pandemia – suona strano dirlo – c’è chi si è procurato un amico a quattro zampe, per sopperire alla solitudine. Canili e gattili si sono alleggeriti… speriamo che il segno continui e che si rafforzi questo straordinario legame.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: