Da docente a studente

Bella giornata col sole. Oggi mi calo in panni non miei, nel senso che mi improvviso ‘attrice’ per promuovere i miei libri. Riprese affidate a Manuel, il mio braccio destro. L’ultima volta che recitai (passato remoto d’obbligo) avevo sei anni o poco più, sul palco delle opere parrocchiali di Cavaso del Tomba dove abitavo, in prossimità della chiesa dedicata alla Visitazione. Non ricordo nulla dello spettacolo dove io avevo da recitare qualcosa all’inizio: mi è rimasto impresso il buio che si creò, allo spegnimento delle luci in sala e lo sguardo amorevole del maestro di musica Benedettini che da dietro le tende mi incoraggiava ad esordire. Dopo oltre sessant’anni ci riprovo Pro domo mea (a mio favore) per raggiungere, se possibile il pubblico virtuale del web, cui presento le mie opere letterarie attualmente disponibili su Amazon. Il lungo periodo di pandemia ha impedito in alcuni casi e rallentato in altri gli incontri ravvicinati col pubblico dei lettori, così mi sono ritrovata in casa parecchio invenduto che ho trasferito online, grazie al prezioso servizio di Manuel. La ‘promozione domestica’ è finalizzata a presentare un po’ la mia produzione: sei romanzi, la raccolta di 30 fotografie che illustrano altrettante poesie e i primi 365 brevi articoli pubblicati sul mio blog verbameaada.com. Prima ripresa fuori del ristorante Montegrappa perché lì inizia la storia narrata nel romanzo Passato Prossimo. Qualche cliente chiede permesso prima di passare davanti alla cinepresa che non è ancora attiva: mi sento quasi una star (quasi gigantesco). La ripresa va bene (cioè per noi basta) al primo tentativo, anche se si sentono i rumori delle auto che passano. Ci spostiamo soddisfatti alla chiesetta di Santa Lucia, dove intendo leggere la poesia Nevicata, contenuta nella silloge Natura d’Oro anche se il clima è mite…ma l’inverno è appena iniziato. Qua serve ripetere la ripresa che è corredata dal vento. Mi viene in mente un passaggio del bellissimo film IL POSTINO con il rintocco delle campane e il vento sulla vegetazione mediterranea, commentati dal grande Troisi. La terza e ultima ripresa avviene in casa, in un angolo della cucina piccola: sopra un tavolo ho allineato le mie otto creature letterarie che presento con un certo impaccio: da insegnante mi sento ridimensionata a studente apprendista in marketing, ma l’occhio rassicurante di Manuel mi incoraggia. Prezioso lo scambio culturale instaurato tra noi. Bene, per oggi i giochi sono fatti. Se volete, trovate i video su Instagram e YouTube.

6 pensieri riguardo “Da docente a studente”

  1. Bella l’iniziativa di fare i video per pubblicizzare le tue opere ,vedrai che avrà un bel seguito.Brava e bravo Manuel operatore e tecnico del video.Buon pomeriggio !!!!👋👋👋

    Piace a 1 persona

      1. Chissà che lo veda uno degli ex operai della ditta Savio di Mantova….sarebbe bello ritrovare qualcuno di loro!!!

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: