Pioggia e Speranza

Ultimo giorno di marzo, ultimo giorno di emergenza sanitaria: da domani meno restrizioni, ma bisogna mantenere alta la vigilanza, perché il virus è subdolo e stenta a lasciare il campo, dopo oltre due anni di ferro e fuoco. L’espressione va estesa alle città rase al suolo in Ucraina, dove da oltre un mese è protagonista la guerra, che non si immaginava possibile nel vecchio continente, ancora memore di due guerre mondiali. Il fuoco si spegne con l’acqua: quella dei pompieri quando è doloso, con la pioggia se si tratta di arsura dovuta a mancanza di precipitazioni. Attesa da oltre tre mesi, è finalmente arrivata la pioggia, modesta finora ma dovrebbe continuare nel pomeriggio e nei giorni a venire. Sono uscita con l’ombrello, di colore azzurro: era diventato un optional sotto il portico, dentro il portaombrelli di rame. In piazza Castelcucco, nel centro della strada chiusa per giorno di mercato, in una pozza d’acqua Giordano, titolare del banco dei fiori ha sistemato una bella ortensia bianca che pare gradisca l’attenzione. Si sa che questa pianta ha bisogno di acqua (e mezz’ombra, ne ho anch’io messe a terra) e il commerciante ha sfruttato l’occasione, trasformatasi in un momentaneo spartitraffico floreale. C’è meno gente del solito, l’acqua è benedetta, ma il sole favorisce di più gli spostamenti. Di solito, quando piove di brutto il mercato salta. In questa circostanza, i banchi con le varie merci non hanno mancato l’appuntamento settimanale, che potrà risultare meno frequentato. Quando insegnavo e avevo il giorno libero di giovedì, non mi perdevo quello di Bassano, uno dei più vasti. Era anche un’occasione per incontrare qualche compagno/a di liceo, colà frequentato per cinque anni. Adesso l’incontro avviene ad altri livelli: Paola, Anna, Francesco, Michele, Paolo, Bruno, Gigliola, Nadia lo sanno! Buone cose e arrivederci! 🌷

8 pensieri riguardo “Pioggia e Speranza”

  1. Benedetta la pioggia in questo periodo di siccità, la natura ringrazia e pure l’ uomo che l’ aspettava per le sue culture.Mi vengono in mente gli asparagi, che in questo periodo e’ l’ ortaggio più richiesto .Non vedo l’ ora di uscire dal centro di riabilitazione per gustarlo,magari in un bel risotto cremoso. Buon pomeriggio a voi tutti!!!😋😋😋😋

    Piace a 1 persona

    1. Bella idea, Lucia il risotto cremoso con gli asparagi. Io consumo quelli, a mio dire ottimi, di Viva la mamma – Beretta che basta scaldare due minuti al microonde. Ovvio che fatti in casa saranno anche meglio, specie se la cuoca è brava! Comunque facciamo girare l’economia e andiamo pure al ristorante, in buona compagnia! Intanto mi basta che torni a casa, perché da vicino è meglio! Sereno pomeriggio! 🧡

      "Mi piace"

  2. Il tamburellare della pioggia che cade ha un ritmo profondo che è in grado di calmare un animo irrequieto. Quando si sta a casa il suono fa sentire meglio, tranquillizza. Qualunque sia l’umore che abbiamo quando fuori è brutto tempo la pioggia riscalda il ❤️.
    Ciao cara Ada.
    Erica

    Piace a 1 persona

    1. Ops, è partita mezza risposta…continuo.
      Sono contenta di averti tra i miei commenti, perché sei sensibile e raffinata. Appropriato l’accostamento tra pioggia e musica. Ti sento empatica e ti ringrazio…di rilassarmi! Sereno pomeriggio piovoso 🌷

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: