Piccoli piaceri

“Il piacere è sempre o passato o futuro, e non mai presente”, è pensiero attribuito a Giacomo Leopardi, che mi sento di contraddire, almeno oggi. A parte il fatto che il poeta non era poi così pessimista come la cultura scolastica ce lo ha presentato, tant’è che aveva impulsi rivoluzionari, mi sono convinta che è il presente a dominare la mia giornata e che sono io a dovermi impegnare per farmela piacere. Sul come, ci sono diversi suggerimenti, ad esempio la sessuologa Graziottin consiglia di usare adeguatamente i cinque sensi e di fare viaggi mentali. Provo a vedere come mi sono applicata stamattina e poi tiro le somme. È sbocciato nella mia aiuola metallica un bellissimo Gladiolo color malva, che ho immortalato e posterò su Instagram: la vista è stata coinvolta e nobilitata. Questo fiore è inodore, ma mi spruzzo sulle braccia un profumo al fico e anche l’olfatto è servito. Alle 9.30 prelevo da casa sua Lucia e suono il clacson perché salga in macchina, senza farmi spegnere il motore: l’udito funziona! Abbiamo un appuntamento di piacere e di amicizia con Annamaria, in un bar-gelateria, dove gusto una coppa di gelato che elettrizza le mie papille gustative. A questo punto, il tatto rimane l’unico senso inevaso, perché baci e abbracci sono sconsigliati. Però è una soddisfazione vedere come Annamaria scarta con delicatezza la teiera verdina che le abbiamo regalato, procurandomi una sorta di tatto passivo! Beh, chiaro che il mio è un esercizio di libera applicazione dei suggerimenti della dottoressa Graziottin. La lunga introduzione, per dire che ho trascorso un paio d’ore di piacevole intrattenimento, anticipato dal buonumore che mi ha trasmesso il mio fiore spettacolare. Dati i tempi ancora di “penitenza” sanitaria, non mi è andata male. Grazie anche alla compagnia (credo che il buon Leopardi approverebbe).

3 pensieri riguardo “Piccoli piaceri”

  1. Da quando sono in pensione, hai voglia quanti viaggi mentali mi sto’ facendo usando i 5 sensi!!! Allora con la vista mi guardo le foto e i video che arrivano direttamente dalla mia terra natia e qua io mi immagino di essere là a godermi lo spettacolo del maestoso fiume Orinoco,con l’ udito ascolto le musiche venezuelane che corredano a volte i video.Per quanto riguarda gli altri sensi : il tatto,l” olfatto e il gusto uso la fantasia pensando di assaporare i piatti tipici venezuelani.Ne cito uno su tutti l’ arepa !!!! A voi scoprire di cosa si tratta!!! Buon pomeriggio😋😋😋😋

    Piace a 1 persona

    1. Brava Lucia, viaggi come me!
      Mi offri anche l’opportunità di curiosare nella gastronomia venezuelana… bello questo tuo attaccamento alle origini, che ti mantiene creativa e curiosa. Sei di animo artistico e questo è un bel vantaggio! Buon pomeriggio, ciao!

      Piace a 1 persona

      1. Grazie, troppo buona!!! Però mi dispiace non condividere le foto e i video del Venezuela con i miei genitori!!! Sai quanti ricordi avrebbero risvegliato!!!! Ed è questo aspetto che mi manca!!!!!

        Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: