Al male non c’è mai fine

Attanasio e Iacovacci, l’arrivo delle bare nella Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri: è il titolo del breve video de IL GAZZETTINO che vedo in internet sul funerale dei due servitori dello Stato rimasti vittime di una imboscata in Congo. Immenso dispiacere per queste vite rubate, lontano da casa e dai propri affetti, oltretutto impegnate in una missione di pace. Quando ero in servizio a scuola e facevo Geografia in terza, l’argomento erano i Paesi Extraeuropei, considerati velocemente per motivi di tempo. Ero solita chiedere di rispondere ai dati di quella che chiamavo “carta d’identità” della nazione, che considerava: superficie, popolazione, densità, economia….forma di governo, voce sulla quale avevo ed ho tuttora delle perplessità. Riguardo al Congo trattasi di Repubblica democratica. Sappiamo che il continente nero è stato depredato e colonizzato dagli Europei (Italia compresa, nel Corno d’Africa) e che la decolonizzazione ha lasciato strascichi pesanti… però riconoscere al Congo odierno una patente di democrazia mi pare fuorviante. D’altronde per fare Geografia bisognerebbe andare sul posto e verificare di persona. Neanche Luca, il diplomatico italiano, padre di tre bambine e Vittorio, il giovane carabiniere che gli faceva da scorta, in procinto di sposarsi, pensavano al rischio di un’imboscata, durante una missione di pace avvallata dall’ONU, durante la quale ci ha rimesso la vita anche l’autista. La vedova di Luca Attanasio, Zakia Seddiki sostiene “Luca tradito da chi gli era vicino”. Mi auguro si sbagli, sebbene al male non ci sia fine. Resta la grande amarezza di piangere due giovani vite che ritenevano di essere sulla strada giusta della cooperazione ed invece sono state proditoriamente ammazzate.

2 pensieri riguardo “Al male non c’è mai fine”

  1. Anche a me ,la vicenda mi ha molto colpito ,perché considero gli ambasciatori persone rette e propense a fare del bene ,come lo era Attanasio in quei paesi dove c’ è la guerra civile .Ha lasciato 3 bambine ,che un domani saranno orgogliose di aver avuto un papà che ha solo fatto del bene in quel paese dove ha svolto la sua missione.R.I.P.

    Piace a 1 persona

    1. Ci vorrà del tempo perché le tre figlie di Luca crescano… ma spero anch’io che saranno fiere di aver avuto un tale genitore. Intanto però dovranno convivere con la sua assenza. E come vivrà il suo mancato matrimonio la fidanzata di Vittorio? La vita è un bene irripetibile, il bene primario che un colpo di fucile, addirittura un “fuoco amico” può annientare in un attimo. Non so come avrei parlato dell’episodio se fossi rimasta in cattedra… adesso mi resta un grande scoramento e una profonda pietà per chi rimane senza la presenza di due brave persone che non volevano diventare eroi.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: