Solidarietà e Volontariato

Tra tante notizie sconfortanti, stamattina ne sento una incoraggiante: l’Italia è il Paese d’Europa con il maggior numero di volontari! Sono lusingata di essere italiana e ringrazio le tante persone che si adoperano, spesso nell’anonimato, per portare un sorriso ed un sollievo a chi è nel bisogno. Ho il piacere di conoscerne qualcuna di persona. Appena pensionata, anch’io mi ero impegnata per un volontariato culturale presso delle case di riposo, dove andavo a leggere poesie o brevi racconti, esperienza umanamente molto coinvolgente. Poi la coxartrosi ha limitato le mie presenze, che l’emergenza sanitaria ha azzerato. Per ora i miei contatti sono telefonici. Mi auguro in futuro di poter riprendere gli incontri che mi davano, a livello emozionale molto più di quanto io offrissi. Ieri era la Giornata Internazionale della Solidarietà, parola bellissima sempre, ma di questi tempi travagliati direi salvifica. Gli Italiani rispondono generosamente a vari enti e/associazioni che sollecitano il sostegno economico, ma mi permetto di dire che esiste anche una povertà esistenziale più difficile da cogliere e sanare. Non per nulla i Latini dicevano che il benessere si realizza nel binomio “Mens sana, in corpore sano”. Il distanziamento sociale ha imposto tante misure restrittive, comprese le palestre, luoghi deputati per l’esercizio fisico, mentre i teatri, i musei e altri luoghi di scambio culturale sono tristemente chiusi. Sono desolata, ma non ho ricette da offrire per rimediare. Se qualcuno ha da suggerirmi qualcosa, ne terrò conto. Intanto incrocio le dita e mi auguro che il prossimo anno sarà tutta un’altra musica.

4 pensieri riguardo “Solidarietà e Volontariato”

  1. Giusto ricordare e ringraziare i tanti volontari che animano le varie associazioni italiane. Persone che dedicano il proprio tempo ad aiutare il prossimo,in questo tempo di Natale è bene ringraziarli sempre e comunque.Grazie!!!!

    Piace a 1 persona

      1. Ho letto che in Italia operano circa cinque milioni di volontari impegnati in molteplici attività di sostegno ai bisognosi. Lo Stato non è in grado di sopperire ad ogni bisogno della società, per fortuna intervengono le associazioni di solidarietà e molti singoli che fanno fronte a molte situazioni di povertà e disagio sia fisico che morale. Ad inizio c’era la Chiesa cui si aggiunsero nel tempo molte organizzazioni laiche che operano in favore dei senzatetto, dei migranti, di madri in difficoltà con bambini piccoli, dei carcerati, dei disagiati mentali e di altri ancora, addirittura c’è chi si occupa degli animali maltrattati e abbandonati per dire fino a che punto arrivi la generosità degli operatori delle numerose associazioni no profit tra le quali, senza far torto a nessuno, tengo a ricordare la Caritas, i volontari della Croce Rossa e gli Alpini onnipresenti in ogni calamità e situazione d’emergenza. A tutte queste persone generose va il nostro ringraziamento, perché danno molto senza chiedere niente in cambio se non il sorriso di chi hanno aiutato.

        Piace a 1 persona

  2. Bravo Piero, che hai menzionato gli onnipresenti Alpini, oltre a Caritas e Croce Rossa. Innumerevoli immagino siano le persone anonime che si prodigano in solitaria, testimoni di una solidarietà silenziosa e rincuorante. Da copiare!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: