San Martino, tra leggenda e realtà

Oggi, 11 novembre, San Martino, vescovo e militare romano (Ungheria, 316 d.C – Francia, 8.11.397 d.C.), protettore dei viandanti e dei soldati: è scritto sul calendario e me lo ricordano diversi messaggi. Lo sapevo, perché a Cavaso in località Castelcies la millenaria chiesetta dedicata al santo fa da cornice ai festeggiamenti inerenti la giornata. Dubito che potrò andarci avanti sera; in qualche modo però intendo farmi coinvolgere dal racconto del santo che donò il mantello al povero e mi chiedo: come si comporterebbe lui con le centinaia di migranti in cerca di un approdo? Non entro nel merito della querelle apertasi con la Francia: ieri sera non trovando il telecomando per spegnere il televisore, ho incautamente pigiato un bottone sul retro, scompaginando tutte le reti. Stamattina sono uscita presto con i micetti, per un appuntamento con il veterinario e non ho avuto modo di aggiornarmi. Compero la Repubblica che in prima pagina titola Macron rompe con Meloni, ma lo leggerò nel pomeriggio. Mi sovviene che il Santo Padre – e non solo lui – abbia invitato ad aiutare i migranti a casa loro. Ad sempio, il continente africano è ricco di risorse (durante l’ora di Geografia a scuola emergeva con evidenza), ma privo di industrie di trasformazione. Non sono una politologa né mi occupo di crisi internazionali, ma intuisco che, la stragrande maggioranza di chi arriva qui sui barconi, se potesse rimarrebbe a casa sua. Tra l’altro il viaggio, di per sé costoso si trasforma spesso in tragedia. Problema più grande di accoglierli, è collocarli dopo, evitando che diventino manodopera per la malavita. Semplificando, tutte le nazioni d’Europa dovrebbero riflettere sulle cause dei viaggi verso le nostre coste e valutare le intenzioni di chi cerca buona vita lontano dal proprio paese, estromettendo gli infiltrati disposti a delinquere. Estendere la generosità di San Martino a centinaia/migliaia di persone sarebbe bello, ma al momento utopistico, dato che la coperta è troppo corta.

4 pensieri riguardo “San Martino, tra leggenda e realtà”

  1. La Francia non ha niente da insegnare a noi, ha poco da indignarsi perché non abbiamo fatto sbarcare i migranti … loro quanti migranti hanno accolto finora ? È ora di finirla ,cosa dobbiamo fare noi ? Accoglierli tutti ? E tenerceli? Io so bene cosa vuol dire perché figlia e nipote di migranti italiani andati in Sud America ai primi del 1900 e mi dispiace pensarla in questo modo,ma quando ci vuole….ci vuole !!!! Ciao!!!😊😊

    "Mi piace"

    1. Fai bene a portare la tua testimonianza, cara Lucia! Andare all’origine del problema mi sembra la cosa più sensata…se i signori politici vogliono “afferrare il toro per le corna” che andando avanti, sarà sempre più scontroso e bellicoso. Ovviamente sarei contenta di sbagliarmi. Buon pomeriggio, ciao! 🌻

      "Mi piace"

  2. Ada tu dici coperta troppo corta o poca volontà? Boh.
    Anch’io penso che queste persone andrebbero aiutate a casa loro, perché gli Stati europei, o del resto del mondo ricco, non progettano di fare questo? Si aiuterebbero a realizzare un’economia propria e a diventare autosufficienti, invece oltre alle migrazioni si conoscono tutte le razzie che noi del mondo ricco facciamo a loro, si pensi che la Cina sta prendendo piede in Africa alla grande, ma non per aiutare!
    Alla fine penso che il colonialismo non sia mai cessato e penso che loro, le persone che attraversano il mare, vengono da noi per prendersi quello che spetta loro.
    Chissà se a qualche politico passa per la testa questo pensiero.

    Piace a 1 persona

    1. Dici bene, bisognerebbe farglielo arrivare il tuo realistico pensiero. Temo anch’io che il colonialismo si sia solo cambiato veste… c’è da deprimersi o pregare! Mi illudo che si verifichi un cambio di rotta…vediamo che succede! Ciao!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: