San Francesco e le Creature

Oggi San Francesco, Patrono d’Italia, “Santo della Pace e dei Poveri” come leggo sotto un’immagine giuntami via whatsapp. Ma anche autore del famoso Cantico delle Creature o di Frate Sole, che più volte ho proposto ai miei alunni quand’ero in servizio a scuola. Intanto auguri a chi porta questo bel nome… e anche a chi compie oggi gli anni! Interessante pure la vita di Francesco, che è stato un rivoluzionario per i suoi tempi, attuale anche oggi per la modernità del suo messaggio a favore dell’ambiente e a ciò che contiene. A me piace assai anche come letterato: semplice, incisivo, diretto. La parola creature è bellissima perché rinvia al Creatore e ritengo vada valorizzata, in questo momento storico così turbolento e difficile. San Francesco ci sapeva fare con tutti gli animali, lupo compreso. Io convivo con i gatti da sempre, creature a mio avviso straordinarie, perciò dedico a loro il seguito di questo post. Al momento ne ho tre, numero perfetto secondo Dante ed anche per me. In passato non mi sarebbe dispiaciuto lavorare in un gattile, ma dovevo occuparmi di un altro cucciolo…adesso mi bastano Grey, sei anni e i due arrivati a maggio: Fiocco, color miele e Pepe, bianco-grigia con le zampette bicolori. Sono maschio e femmina, di due mamme diverse. Hanno caratteri opposti – lui giocherellone, lei accorta – ma si vogliono un gran bene. Mentre scrivo sono acciambellati vicini e godono del tepore reciproco. Perfino Grey, all’inizio diffidente e gelosa adesso ci gioca assieme: assicuro che forniscono un cinema gratis, dispensatore di buonumore. Non nego che siano anche impegnativi, per tende mobili e tappezzeria… tuttavia il gioco vale la candela. Non riesco a immaginare le mie giornate senza pappe da preparare, lettiere da pulire, giochi da inventare…e fusa da ricevere. Ringrazio il Creatore di averci donato questi compagni di viaggio e San Francesco per ricordarci quanto sono utili.

4 pensieri riguardo “San Francesco e le Creature”

  1. Francesco il poverello di Assisi,oggi sarebbe stato il compleanno della mamma e come ogni anno ,noi figli lo ricordiamo anche se ora mamma è nell’ alto dei cieli ,in un’ altra dimensione ma sempre accanto a noi figli,che ci guida e ci protegge.Auguri mamma!!!!🙏💖🙏💖Scusami Ada, ma questa data per me è molto importante.Grazie!!!

    Piace a 1 persona

    1. Sono io che ti ringrazio, cara Lucia di ricordare la tua mamma e di rinnovarle l’affetto, insieme a fratello e sorelle. Evidentemente ti ha educato bene e tu cammini nelle sue solide impronte. La buona semente ha dato abbondante frutto! Buon prosieguo, a domani! 🌻🧡👋

      Piace a 1 persona

  2. San Francesco d’Assisi, che bella storia !!! La religione con tutti i suoi santi mi lascia molto perplesso nel capire perchè la nostra mente accetti così inverosimilmente una realtà priva di qualsiasi rispondenza se non delle parole pregevoli, prezzate, preziose narrate nel corso del tempo da persone che non hanno vissuto ne conosciuto i santi in questione. Come ho detto da ragazzino ho fatto per ben 10 anni il chierichetto, la mia mente sin da quell’epoca mi fece riflettere molto su quello che mi dicevano, sulle loro definizioni, persuasioni, solo per convinzione spirituale, tanto che le domande che facevo sia al prete che al cappellano o alle suore li portavano a chiarire il mio desiderio di rendermi conto di quello che mi raccontavano.
    Il risultato è che i miei genitori mi hanno portato per ben tre volte dal prete di Casacorba per farmi benedire !!!
    Mi piace la leggenda di San Francesco che secondo la storia visse tra il 1.100 e 1.200 il quale viene concepito durante un viaggio in terra santa, cavolo, direi per un credente quasi un evento soprannaturale.
    Perdonatemi se sono così lontano dal non consentito entro o oltre i limiti della normalità, ma così è fatta e funziona la mia mente e non so cosa farci !!!
    Certamente per quanto è importante e straordinario un animale domestico non finisce di stupirci, mi ricordo il mio cane, il mio cavallo i conigli le oche che portavo al pascolo e mi seguivano come se fossi il loro genitore e tutti gli altri del cortile che avevo a contatto e li sentivo parte della numerosa famiglia. Solo adesso in appartamento non voglio tenerli convinto che non riuscirei a farli contenti per non offrirgli lo spazio e la loro naturale vita che richiedono. Non siamo noi ad essere legati a loro ma loro ad accettarci e volerci, ma non solo i gatti o i cani ma anche i conigli e tutti gli altri e ci tolgono lo stress e le preoccupazioni, bellissimi

    Piace a 1 persona

    1. Simpatica la tua tripla benedizione da bambino e anche immaginarti guardiano pensoso delle oche che ti consideravano il loro capo branco! Anch’io coi santi non ho grande dimestichezza, ma San Francesco lo ospiterei volentieri a casa mia, non mi sentirei in imbarazzo…peccato che il suo insegnamento pro natura sia poco considerato, chissà che Lui possa fare il miracolo di renderci più attenti alle problematiche ambientali! Gli animali hanno molto da insegnarci e sono loro ad accettarci, dici bene. Beh, adesso vado a fare un po’ di parole crociate, grazie per l’intervento e buona serata! 👍

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: