Funerale planetario

La regina Elisabetta II riposa finalmente nella cripta reale della Cappella di San Giorgio, nel parco del Castello di Windsor, accanto al consorte Filippo, duca di Edimburgo. Sottolineo finalmente, perché dopo 12 giorni dal decesso e le peregrinazioni fatte dal feretro, con tutto lo spiegamento di mezzi, uomini (10mila agenti di polizia mobilitati, 36 chilometri di barriere solo nel centro di Londra), prove notturne, cerimoniali vari sembrava che la sovrana fosse ancora in servizio per il suo Paese, cui ha dato oltre 70 anni di regno. Ho seguito a tratti il funerale, protrattosi per molte ore e seguito da circa 4 miliardi di persone collegate da tutto il mondo per assistere alle esequie di Sua Maestà, di cui non saprei cosa evidenziare: le foto e i video parlano da soli. Al di là della magnificenza del servizio (studiato minuziosamente dalla sovrana), praticamente perfetto, mi hanno colpito i fiori lanciati verso la bara, in testa al corteo di macchine: quello che si fa a teatro per omaggiare un bravo attore. E lei è stata una grande che ha saputo attraversare con stile, equilibrio ed ironia un secolo difficile, cui lascia un’impronta lunga. I grandi della terra riuniti per l’evento possano ereditare qualcuna delle sue doti. Siccome era anche madre, nonna e bisnonna, oltre che sovrana immagino che avrà avuto le sue gatte da pelare nel privato, ma che le abbia gestite con…regale equilibrio. Mi aspetto che il figlio Carlo III sia all’altezza di cotanta madre. Anche se d’ora in poi l’inno sarà pro the king e l’immagine della sovrana sulle banconote sarà sostituita da quella del suo primogenito, sono certa che la sua memoria sarà mantenuta viva ed anzi aumenterà, perché era una persona di valore che si è spesa fino all’ultimo per il suo amato Regno. Il re Carlo III, nel discorso televisivo fatto dopo la morte della madre cita il seguente verso di Shakespeare che riassume l’augurio di una moltitudine, me compresa: “Possano i voli degli angeli cantarti al tuo riposo. In amorevole memoria di Sua Maestà la Regina. 1926-2022”

6 pensieri riguardo “Funerale planetario”

  1. Molto bella la frase scelta da re Carlo.Inoltre del funerale mi hanno colpito i 2 principini: George e Charlotte nei loro vestiti neri in perfetto stile british.Un cenno poi va’ ad Harry ,il mio preferito per tutto quello che ha passato mi ha fatto molta tenerezza .Un particolare poi che ha sorpreso pure me è stato quando ho visto entrare la bara nella cattedrale ho avuto la pelle d’ oca un brivido di emozione che ha stupito pure me
    nonostante non sia inglese.🙏🙏🙏💐

    Piace a 1 persona

    1. Anche a me hanno colpito i principini…il trombettiere, il biglietto scritto da Carlo III posto sul feretro tra i fiori, dove un ragnetto ha fatto un giretto…pure sul web. Un cerimoniale ineccepibile che mi fa apprezzare gli inglesi per la compostezza e la precisione organizzativa. Sua Maestà sarebbe contenta. Adesso riposi in pace! 🙏

      "Mi piace"

  2. Più della metà della popolazione mondiale ha guardato la cerimonia funebre? Io sono fra quelli che non hanno guardato, oggi il quotidiano che leggo ha dedicato tre facciate all’evento; da titoli e sottotitoli ho capito che tanto è stato scritto su pettegolezzi, abbigliamento….. basta. Non so se la famiglia reale gradisca tutto questo ciarlare.

    Piace a 1 persona

    1. Ho già scritto, in un precedente post che la regina si sarebbe accontentata di meno sfarzo e cerimonie più brevi…ma che la corona/il protocollo chiedono un ossequio notevole. Il gossip fa vendere giornali che a loro volta fanno girare l’economia. Vedremo se Carlo III saprà snellire il cerimoniale…senza disaffezionare gli inglesi più conservatori. Governare è una delle tre arti più difficili (assieme a sanare ed educare); faccio gli auguri al nuovo re!

      "Mi piace"

  3. Il solenne addio alla regina Elisabetta II è sicuramente necessario e importante non solo per gli inglesi ma per chi la conosceva, e vista la sua lunga permanenza come Regina direi quasi tutto il mondo, sono solo contento che non ci sia stato quel pazzo di Russo.
    A dire la verità, apprezzo il solenne Addio che rappresenta il funerale di un mondo passato e ne inizia uno di diverso direi proprio nuovo.
    Si pensa che con la sua mancanza non ci sia chi la sostituisce per rimpiazzare la sua influenza nell’ essere vivente, cioè su di noi perchè in pratica portava avanti la vecchia tradizione e niente di più, si è rotto l’immagine e si è presentata la fine di un’era.
    Sinceramente non l’ho seguita molto, non ritengo re e regine più necessari per mandare avanti le popolazioni. Quando vivevo con le due signore Inglesi, una era Italiana Inglese, capivo con mancanza d’intento la loro attenzione verso la Regina ma in pratica valutavano la persona e non la Regina, mi viene in mente da quando ero ragazzo che cosa è accaduto all’interno di quella famiglia reale e sinceramente solo disgrazie e non poche, probabilmente spinte dalla mentalità ipocrita del passato.
    Certo non sono in grado di vedere un seguito di sicuro non sarà simile a prima, quello che trovo esagerato è lo splendore che è stato onorato per il funerale spendendo una quantità di denaro che avrebbe aiutati milioni di sudditi ( se vogliamo chiamarli così )

    Piace a 1 persona

    1. Totalmente d’accordo sul rilevare lo spreco del danaro per le esequie, ma il personaggio era unico e si è meritata perfino gli eccessi. La persona, privata del ruolo regale, suppongo ne avrebbe fatto a meno. Adesso abbiamo girato pagina. Grazie per il contributo, buon tutto! 🌻

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: