Oltre l’ineluttabile

Mi spiace aprire il mese di agosto con un post duro: effetto caldo o altri malanni collaterali, la cronaca nera spadroneggia e non posso esimermi dal fare qualche riflessione, condita da sgomento e pietà. Protagoniste due sorelle minorenni, Alessia e Giulia Pisanu, 15 e 17 anni, travolte dal treno Frecciarossa a Riccione di prima mattina, dopo aver trascorso la serata in discoteca. Testimoni le hanno descritte barcollanti…una cercava il cellulare che aveva perso o le avevano sottratto. Prima domanda che mi sono fatta da mamma: Dove avranno trascorso la notte? Perché barcollavano? Essendo entrambe minorenni, “normale” che trascorressero la notte fuori casa? Mio figlio, che a giorni compirà 34 anni, direbbe che sono la solita ansiosa. Chiarisco: non vedo il pericolo dovunque, ma in certi posti e in certe ore è probabile che sia più pericoloso trovarsi. Ovvio che certi comportamenti determinano effetti collaterali negativi: esempio, l’assunzione di alcol e/o sostanze stupefacenti fanno perdere lucidità. Le due ragazzine vengono descritte come inseparabili e spiace pensare che la loro sorellanza le abbia unite nella morte. Pare che una si fosse seduta sui binari e l’altra si sia lanciata per allontanarla. Siccome la mia immaginazione corre, mi chiedo se l’incauta non volesse suicidarsi. Domande tremende che si farà anche il padre (non ho sentito nominare la madre), costretto a riconoscere le figlie da poveri resti. Anni fa capitò a un professore che frequentavo essere privato delle due figlie, vittime di incidente automobilistico, appena sbarcate in Sicilia per una gita. Anche mia nonna Adelaide perse le due figlie di 17 e di 19 anni per tifo…e chissà quante altre volte la signora con la falce e’ stata operativa. Ma nel caso delle sorelle morte all’alba, straziate dal Frecciarossa c’è qualcosa che va oltre l’ineluttabile, che forse avrebbero potuto evitare, limitando le ore di divertimento.

6 pensieri riguardo “Oltre l’ineluttabile”

  1. Anch’ io ho avuto il tuo stesso pensiero,perché erano in giro a quell’ ora ,visto che erano minorenni? E poi avevano bevuto e non erano tanto lucide da finire sotto al treno? Domande che troveranno una risposta ,ma intanto loro nel pieno della loro giovinezza non ci sono più, un destino crudele se l’ è portate via una mattina di fine luglio.🙏🙏💖💖💖

    "Mi piace"

    1. Già, brutta storia…non vorrei essere nei panni dei genitori. La prudenza non è mai troppa, mentre l’incoscienza galoppa…gli adulti spesso sono latitanti oppure delegano. Sintesi: deriva educativa! Buon pomeriggio, ciao!

      Piace a 1 persona

  2. Già, sopratutto insoddisfatti più tristi e insicuri !!!
    Alla loro età noi non avevamo il WEB, non avevamo la possibilità di connettersi e vivere la realtà attraverso uno smarthone o un computer ma era la vita vera che ci metteva in contatto diretto, nel bene e nel male ma sicuramente reale. Adesso si è tutto trasformato. Una cosa positiva me l’ha stimolata mio nipote che a volte ad una mia richiesta via whatsApp mi rispondeva dopo ore, mi disse che lo lasciava a casa in quanto si era stancato e preferiva recarsi dagli amici che sentirli solo per il Web.
    Il problema sicuramente è della solitudine e l’assenza dei genitori.
    Entrambi i nipoti, nonostante so la presenza del padre, cerco di coinvolgerli con passioni oltre la scuola e adesso il lavoro, con lo sport Auto, moto, Rugby ecc. perchè capisco che in questo momento, le opportunità di distrazione e di crescita sono legate agli eventi negativi del Navigare in Internet per loro è importante non rimanere condizionati e spinti nell’irreale.
     Incontrare gli amici e, su tutti, fare sport e attività fisica erano i vantaggi d’essere felici e impegnati quando ero giovane non esisteva l’insoddisfazione non c’era tempo; nel mio caso ho iniziato a lavorare da poco più che bambino e sinceramente me lo ricordo come una crescita felice.
    La realtà è l’ambiente che abbiamo permesso che si creasse a dare il via a questa tristezza dei giovani. Basta pensare che al mio desiderio di andare in discoteca per ballare mi sono reso conto che mi ero diciamo spento verso un mondo che non mi riconosce più !
    Alle ore 21:30 la sala del liscio cominciava a riempirsi, alla 01:00 decido di tornare a casa, mi sembrava già tardi; uscendo mi accorgo che moltissimi giovani dai 14 ai 40 anni erano in fila per pagare l’entrata ! Allora vado a vedere quale sia la spinta che li porta a divertirsi a notte fonda, mi sono meravigliato,  stupito per il verificarsi di un fatto imprevisto, rimanere ,apparire, mostrarsi felici senza realmente esserlo è quello che ho visto in quella mezzora che ho osservati tutti i giovani, Ragazzi ragazze a rincorrere la necessità di esaltare il fatto d’esistere di esserci, pazzesco ! E cosa facevano : In pratica non ballavano uno con l’altra ma si muovevano tutti uno appiccicato all’altro senza parlare senza guardarsi con una musica fortissima che rimbalzava dentro al cervello.
    Non è necessario che sei dentro o fuori, ho visti altrettanti fuori dalla sala da ballo, tutti riuniti in gruppi che bevevano e si dimostravano più abili per attirare l’attenzione.
    Credo che i genitori hanno il Dovere di stabilire delle regole per poter riuscire d’avere un rapporto responsabile con i ragazzi senza portarli alla rabbia altrimenti credo che li perdiamo.

    Piace a 1 persona

    1. La tua è una disamina chiara e senza sconti, magari ti sbagliassi! Anch’io sono andata a ballare e non mi sono mai trattenuta oltre mezzanotte: altri tempi! Comunque apprezzo che tu abbia scritto maiuscolo la parola Dovere, da cui molti genitori derogano come se fosse peccato. A convalidare la tua tesi, una mia collega ancora in servizio (perché più giovane, ma non poi di molto) sostiene che il problema sono i genitori che non sanno educare i figli. Temo che abbia molta ragione, se tanto mi dà tanto. Non ho ricette, ovviamente, né patenti per dare consigli. Se bado alla mia esperienza, di genitore pressoché single, credo di essere stata fortunata ma ho anche dato parecchio, a volte mi viene il dubbio troppo. Considerando il mondo animale, i cuccioli vengono protetto q.b. come nelle ricette: quanto basta! Che non significa sempre e per sempre. Beh, speriamo di mettere in crisi (costruttiva) chi può fare di meglio. Grazie per il contributo, alla prossima! (Non controllo se ci sono errori: casomai stavolta correggi tu!) 👋

      "Mi piace"

  3. Allora, questo account non mi da la possibilità di scrivere un mio pensiero su un argomento che riguarda la ricerca medica. Precisamente sono riusciti a curare le malattie sostituendo il DNA malato con uno sano. E’ da molto che ci lavorano i nostri scienziati medici : ci sono riusciti. Sono sorprendenti, volevo solo descrivere questo percorso a ostacoli con dei risultati superlativi per l’essere umano.

    "Mi piace"

    1. Bene, la tua posizione sarà di sicuro vantaggio ai ricercatori e ai pazienti. Contiamo sul prosieguo delle scoperte e sui doverosi aiuti alla ricerca. Buon tutto e grazie per la testimonianza! Ciao! 👋

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: