Cronaca troppo nera

“Al peggio non c’è mai fine” è un proverbio che oggi introduce la mia riflessione sulla morte della piccola Elena – nome portato da molte regina, a partire da quella legata alla guerra di Troia – , tolta di mezzo dalla sciagurata madre che aveva inscenato un rapimento per la sua scomparsa. Sarebbe stato il male minore, nel senso che avrebbe potuto avere un esito diverso. Sono rimasta di stucco nel sentire che 500 minori sono stati soppressi dai genitori, spero si tratti di una bufala. Ma non siamo, noi adulti italiani considerati mammoni? Vero che la sventurata è giovanissima, 23enne ma l’amore materno dovrebbe sconfinare oltre l’immaginazione, sebbene ferito dal fallimento della relazione col padre della piccola. Una marea di alternative potevano essere seguite senza arrivare a un gesto contro natura, anche se in questo caso credo che abbiano lavorato tanti sentimenti negativi, compresa la gelosia nei confronti della nuova compagna del padre della piccola Elena, cinque anni di stupore e di bellezza. L’altro ieri ho parlato di un padre ammazzato dal figlio, oggi di una figlia uccisa dalla madre: sono desolata! Temo che l’istituto familiare, in crisi di suo abbia bisogno di energici sostegni per non sbriciolarsi alla luce di questi drammatici fatti. Non oso immaginare come si sentano il padre, la compagna, i nonni…perfino la maestra d’asilo che ha consegnato la bambina ignara e felice alle braccia della madre, che pare avesse pianificato quello che poi è successo. Uno dei peggiori fatti di cronaca nera. Non ho altro da aggiungere. La mestizia è immensa.

3 pensieri riguardo “Cronaca troppo nera”

  1. Cara Ada, pochi minuti fa’ hanno dato notizia di un altro femminicidio .Non passa giorno che non ci sia un fatto di cronaca nera……Ma cosa sta’ succedendo? Perché il figlio ammazza il padre,la madre la figlia ,il marito la moglie ? Dove sono i valori cristiani e umani? Solo tanta tristezza in tutto questo e una preghiera per le vittime di questa ferocia……🙏🙏🙏🙏⚘⚘⚘

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: