Oggi Latino (e Greco)

Oggi martedi faccio quello che solitamente sbrigo al lunedì, spesa compresa, preceduta da sosta al bar, meno affollato perché non è giorno di mercato. Ho il Corriere tutto per me e spulcio con cura ciò che mi serve per il post, che trovo a pag. 27, nello spazio intitolato ‘Il personaggio’. Trattasi di Matteo, studente 18enne del Liceo Classico di Sarzana, che ha vinto il Concorso Certamen Ciceronianum Arpinas (trattasi di traduzione dal Latino, organizzata dal Centro Studi di Arpino – Frosinone), contro 230 studenti, alcuni stranieri e uno dalla Corea del Sud. La prestigiosa competizione si tiene dall’Ottanta, quindi deduco che la lingua latina, madre dell’Italiano goda di buona salute. Questo è già un conforto, come sapere che ci siano studenti interessati a mantenerla viva. Leggo nell’articolo che Matteo si scambia battute in latino con i compagni di studio, evitando di farlo, fuori dell’ambiente culturale, e si capisce. Il pezzo tradotto era da un’Orazione di Cicerone, famoso avvocato troppo osannato per i miei gusti. Io preferivo Giulio Cesare: semplice, lineare, chiaro come un buon giornalista dei giorni nostri. In ogni caso, essendomi esercitata per cinque anni anche in greco, mi sono affezionata di più a quella cultura e a quella lingua, che non a caso fecero scuola ai romani. Mi è rimasta impressa la frase: Graecia capta ferum victorem cepit et artes intulit agresti Latio = la Grecia conquistata (dai Romani) prese il selvaggio vincitore ed introdusse le arti nel Lazio contadino. Insomma, da qualunque parte si consideri, la nostra cultura deriva da lì, dove nacque pure la democrazia. Non sarebbe male ricordarlo, o meglio ricordarlo a qualcuno che tiene le fila del destino dell’Europa…Da ultimo, mi sovviene che parecchi anni fa comprai un corso di greco moderno, con la speranza di mettere piede in Grecia, dove sono stata di sfuggita. Magari ci torno da pensionata, con le mie amiche Adriana e Lucia. Per oggi, calimera (buongiorno in greco)!

3 pensieri riguardo “Oggi Latino (e Greco)”

  1. Io non ho fatto studi classici ,ma ricordo il latino che si insegnava in 2 media negli anni ‘ 70. Un altro bel viaggio da fare prima in Sardegna e poi in Grecia ,io ci sto!!!!! Ciao Ada.👋👋👋💐💐💐

    "Mi piace"

    1. Brava Martina, i primi apprendimenti sono quelli che si ricordano di più: puella, magister, rosa/rosae, puer…mi fa ridere il pc che non sa il latino e travisa le parole! Invece tu ricordi e doni testimonianza! Grazie, buona cena! 👋

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: