Mattina di primavera

Peccato non poter fare sentire il laborioso ronzio sulla chioma fiorita del Susino selvatico, cresciuto sul bordo della siepe di Fotinie, tra una Lagerstroemia e l’altra. Oggi è una giornata decisamente primaverile e a mezzogiorno il sole scalda la pelle. Essere al mare ora, immagino sarebbe una delizia, ma non posso lamentarmi di quello che mi offre il giardino-prato, trapunto di Pratoline e azzurri fiori di Veronica. Anche il vecchio Pirus ha indossato l’abito rosa, mentre dai vasi si elevano Giacinti e Giunchiglie. In un angolo ombreggiato sono risorte le Viole e perfino il Nocciolo esibisce microscopici fiorellini rossi. Bianchi sono i fiori del Susino, mentre per quelli rosati del Melo bisogna aspettare. Ogni mattina è una sorpresa, la bellezza si rigenera e si offre, silenziosa e maestosa ai nostri occhi, sovente distratti. Vorrei fermare i momenti di beatitudine quando fotografo il bello che mi circonda, soverchiati da una preoccupazione che va lontano. Vorrei che l’armonia regnasse sulla terra e tutto il mondo fosse in pace, così la bellezza potrebbe duplicarsi ovunque. Essere stati creati a immagine e somiglianza del Creatore, in certi contesti mi sembra una bestemmia. Attingo linfa dalle creature vegetali del mio giardino, allietate dal canto dei canarini e dalle capriole del gatto sull’erba. Una pioggia di petali bianchi e rosa volteggia lieve sul mio capo. Manca solo la pioggia vera, che disseti la terra riarsa e ammorbidisca i cuori di pietra.

6 pensieri riguardo “Mattina di primavera”

  1. Io oggi sono tornata a rivedere la slavina rossa, che a voi castelcucchesi/cavasotti/
    possagnesi (penso di non averne indovinato uno) non dice nulla. Trattasi di un intero versante di collina rovinosamente franato negli anni ‘40 lasciando un orrido rosso mattone dovuto alla componente argillosa. Io e mio fratello, da piccoli, si andava a vedere tenendoci per mano per paura di cadere. Ora non è più rossa, sono cresciuti arbusti, alberi, erba, ma il suo nome è rimasto slavina rossa. Si trova in comune di Vidor, al confine con Col San Martino.
    Sono stanca, ciao!

    "Mi piace"

    1. E brava Martina, non solo per avere azzeccato i nomi degli abitanti nei tre paesi menzionati, ma anche per l’escursione sul versante collinare a Vidor, per me ignoto prima d’ora: grazie, pertanto e complimenti per l’impresa sulle ali del ricordo infantile. Mi sarebbe piaciuto avere un fratello con cui condividere giochi e uscite (anche pranzi da grande!). Però mi gratifica avere commentatori del blog che mi istruiscono e mi tengono compagnia! 🌝

      "Mi piace"

  2. Bella eccitazione al momento magico che mi riporta ogni anno sin da bambino : nonostante una notte insonne lenta e triste con la presenza dei dolori che mi indica; chi sono !: arrivano le belle giornate con il buon umore e la certezza di poterlo rivivere ancora una volta con tanta gioia. Che bello vivere, quanto splendore…………………..

    Piace a 1 persona

    1. Finalmente un atto d’amore per la vita, al netto di inevitabili fastidi. Forza e coraggio, che resta ancora molto da godere.
      Evviva l’ottimismo! Bravo Ivano, tante buone cose! 👌🍀🌝

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: