Cultura collante dei popoli

Oggi cultura, inevitabilmente legata a ciò che succede fuori casa: il museo russo Hermitage “con una missiva perentoria” firmata dal direttore del museo Michael Piotrovskij ha chiesto la restituzione delle opere in prestito alle mostre milanesi, ben 23, tra cui due olii su tela: Giovane donna con cappello piumato (1534 – 1536) di Tiziano e Giovane donna con vecchio di profilo (1515 – 1516) di Giovanni Cariani. Richiesta successivamente attenuata. Curiosando sul web, vedo che il prestigioso museo fu voluto da Caterina II di Russia (Stettino, Polonia, 2.05.1729 – 17.11.1796) e l’apertura risale al 1764. Seguace dell’Illuminismo, Caterina modernizzò la Russia occidentale e fondò il primo istituto d’istruzione superiore in Europa. Il periodo del suo regno che durò trentaquattro anni, è considerato l’età d’oro dell’impero russo. Sposata a 16 anni con Pietro III (che detronizzò dopo un colpo di stato), ebbe numerosi amanti e addirittura 13 figli, di cui solo Elisabetta ed Anna raggiunsero l’età adulta. Mi sono trattenuta con Caterina, l’ultima zarina di Russia, conosciuta come Caterina la Grande, perché, al netto dei vizi fu una donna estremamente lungimirante e moderna che amava la cultura. E la cultura è un collante con tutti i popoli, di tutti i tempi e in tutti i luoghi. Sono certa che molte donne si siano distinte, nel corso della storia anche se non hanno avuto l’onore degli altari e/o dei libri. Basta pensare alle nostre nonne e bisnonne che sostituivano gli uomini in tempo di guerra. Come fanno molte ucraine oggi, diplomate e laureate. Nella difesa della patria c’è anche la protezione delle opere d’arte. A nostro godimento e a futura memoria.

6 pensieri riguardo “Cultura collante dei popoli”

  1. Caterina La Grande non la conosco bene ma l’ho sentita e devo aver letto qualche suo pensiero. Mi sembra che parlava della Giustizia che a volte è troppo aperta e non valuta i problemi naturali dell’essere umano. Tu dici che aveva i suoi vizi, Io dico che non si deve rinunciare ai nostri vizi in questa vita se non vanno a fare del male e lei ha fatto proprio questo. Di sicuro lontana dai pensieri cattolici ma presente nella conoscenza e nella bellezza. Era una donna speciale come lo sono le donne, capace di avere una visione intuitiva e a volte anche onesta. Per come le conosco posso valutarne la grande volontà, l’intelligenza, la caparbietà, la pazienza, e l’imperfezione che hanno nel desiderare A volte volere cambiare le carte in tavola anche se sono carte stampate che non si cambiano. Il fatto è che sono veramente delle eroine in qualsiasi posto e in qualsiasi situazione e le ammiro molto. Ivano

    Piace a 1 persona

    1. Bravo Ivano, grazie anche a nome di tutte le donne, di cui sei un grande estimatore. Mi riconosco nella descrizione femminile che fai, segno che ci conosci…non tutte eroine, ma molto coraggiose! Ti auguro di beneficiare ancora a lungo…delle cure muliebri! 💞

      "Mi piace"

  2. Io ricordo che Caterina la Grande realizzò una forma di dispotismo illuminato, aiutata dagli enciclopedisti francesi Voltaire e Diderot.
    Chiedo conferma alla professoressa.
    Buona serata e notte.

    Piace a 1 persona

  3. Anche io ho letto il libro sulla storia di Caterina e ricordo bene che in quella Russia di quei tempi era stata una cultrice della cultura e voleva che il suo popolo fosse istruito .Aveva uno sguardo rivolto all” occidente contornandosi di agi che ai quei tempi la Russia non conosceva .Una ” grande” in tutti i sensi…..👍👍👍

    Piace a 1 persona

    1. Grazie Lucia! Da dove sei, il tuo commento vale doppio! La cultura, perseguita dalla zarina rimane un valore universale, cui appoggiarsi sempre. Serena e riabilitante giornata, un abbraccio! 🧡

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: