Conversione di San Paolo

Oggi 25 gennaio il calendario riporta la conversione di San Paolo, ex Saulo di Tarzo, data che considero l’onomastico di mio figlio che si chiama Saul, nome non scelto a caso: infatti significa desiderato ed è stato portato dal primo re degli Ebrei, dal Nobel per la letteratura Saul Bellow, oltre ad essere il titolo di una tragedia dell’Alfieri. Insomma, a suo tempo pensai molto a scegliere un nome speciale per me, come suppongo sia ogni figlio per la propria madre. Tra l’altro, oggi è il compleanno della mia parrucchiera di fiducia, la dolce Lara, a cui rinnovo gli auguri attraverso questo canale. Ma della ricorrenza sul calendario mi attrae anche la parola conversione, che deriva dal latino conversio e significa trasformazione, cambio direzione: ciò che mi auguro succeda sia a livello sanitario, con la decrescita della asfissiante pandemia, sia a livello politico-istituzionale. Mi riferisco alla elezione del Presidente della Repubblica, iniziata ieri senza successo. Chissà se in settimana sapremo chi sarà, uomo o donna, purché di alto profilo, competente e in grado di rappresentarci in Europa. Comprendo la risoluzione di Sergio Mattarella a non ricandidarsi, tuttavia sembra che si ripeta in Italia, Paese assai poco governabile il disagio lasciato da Angela Merkel in Germania. Spero di ricredermi, d’altronde non faccio politica e la seguo q. b. (quanto basta) come nelle ricette. Solo che per governare, non ce ne sono di pronte.

4 pensieri riguardo “Conversione di San Paolo”

  1. Vedremo quando e chi diventerà il prossimo Presidente della nostra Italia .Un augurio a Saul per il suo onomastico in questo martedì un po’ grigio……..Speriamo in giorni migliori sotto tutti i punti di vista.Ciao !!!👋👋👋👋

    Piace a 1 persona

    1. Grazie, Lucia anche a nome di Saul! È proprio un pomeriggio…di penitenza stare chiusi in casa aspettando la sera che incombe! Però i canarini cantano e li considero messaggeri attendibili di giorni migliori a venire. Dopo ti chiamo….

      "Mi piace"

      1. Perché non sei uscita? Non era neanche freddo oggi.
        Io sono andata a Premaor con la scusa di caricare l’auto, nell’attesa sono salita su un colle a vedere una casa colonica con annessa cappella privata, porticati vari, pozzo, pergole, ecc. Apparteneva a nobili locali, ora fuori moda; ho trovato l’attuale proprietaria che mi ha raccontato la storia della casa e della sua famiglia. Che ricchezza!

        Piace a 1 persona

      2. Sono uscita stamattina, per la seduta di fisioterapia con l’idea di replicare di primo pomeriggio col cane. Ma arrivano presto le quindici e devo fermarmi, recupererò più avanti con la Primavera! Complimenti per la tua interessante escursione! Grazie sempre per il contributo!

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: