Diritti Umani

Oggi 10 dicembre Giornata Internazionale dei Diritti Umani. Promossa dalle Nazioni Unite, la data è stata scelta per ricordare la proclamazione della Dichiarazione universale dei diritti umani il 10 dicembre 1948. Così la intendeva Gandhi: “Non è la letteratura né il vasto sapere che fa l’uomo, ma la sua educazione alla vita reale. Che importanza avrebbe se noi fossimo arche di scienza, se poi non sapessimo vivere in fraternità con il nostro prossimo?”. Parole sante, pronunciate da un quasi Nobel per la Pace (nonostante 5 candidature, non lo vinse). Mi interrogo sui diritti umani, quali sono, se vengono garantiti. Ad esempio, per restare in tema di attualità, è un diritto scioperare…ma anche non farlo. La salute è un diritto garantito dall’articolo 32 della nostra Costituzione Repubblicana…ma dobbiamo vigilare per tutelarla. La libertà è tra i diritti primari, scavalcato solo da quello alla vita. Non voglio diventare noiosa o pedante, ma i diritti da soli mi sembrano monchi, come la metà di una mela. Inoltre, buttando lo sguardo appena un po’ lontano – ma anche a casa nostra in certe zone del Sud – permangono situazioni dove i diritti umani sono tuttora negati o ridotti al lumicino: stranieri sfruttati per la raccolta dei pomodori, laureati e donne sottopagati, bambini su cumuli di immondizia intenti a recuperare qualcosa da scambiare o vendere. Il lungo periodo della pandemia, ancora in corso, ha aggravato situazioni di solitudine e impoverito molte famiglie, limando molto il diritto alla felicità. Mi taccio per non appesantire la pillola. Dico che i diritti sono una conquista che va… conquistata ogni giorno, in una comunità dove “Nessun uomo è un’isola” (libro di Thomas Merton). Oggi chiudo qui, sperando di essere supportata dai miei contatti, che ringrazio.

2 pensieri riguardo “Diritti Umani”

  1. Diritti umani negati ancora a molte persone purtroppo…….in tutte le realta’.E così sarà sempre e comunque!!! Mi vengono in mente gli indios che popolano l’ Amazzonia che vengono uccisi per depredare loro le terre ,le loro terre dove da migliaia di anni vi abitano a contatto stretto con la foresta e con gli animali che vi abitano.Questo è atroce e a loro si lede il diritto di vita !!!!

    Piace a 1 persona

    1. Hai ragione, Lucia: dovremmo godere tutti delle stesse risorse sul comune pianeta Terra! Parlare meno e fare di più, specie chi sta in alto. Il nostro sdegno contro le ingiustizie funziona come un sassolino nello stagno… piuttosto di niente! Sì fa quel che si può! 💞

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: