Di corsa, con le stampelle!

Mattinata piena. A mezzogiorno devo essere in ospedale, sala gessi per rimuovere la “sutura continua”, rinviando alla settimana prossima la rimozione dei punti staccati. Mio figlio prende la carrozzina e mi porta all’ingresso, spingendomi fino all’ambulatorio di ortopedia, credo uno dei più frequentati. È una bella sensazione essere spinta da un fusto che fa l’istruttore. Sembra quasi un gioco dove lui guida e io mi lascio scompigliare i capelli dall’energica spinta. Quando raggiungiamo il posto, l’atmosfera cambia. C’è da aspettare, qualcuno è impaziente ma l’infermiera non tergiversa. Sono introdotta dopo circa quaranta minuti di attesa e l’operazione è fastidiosa, ma non importa. Giusto una settimana fa ero sotto i ferri… e oggi cammino con le stampelle. Il ritorno avviene di corsa, perché Saul ha un buon rapporto col volante. Sono le tredici passate e inizio a sentire un certo languorino. Immagino che la consegna del pranzo sia già avvenuta. Avrò appena il tempo di pranzare e poi verrà a prendermi un volontario per portarmi dal fisioterapista. Potrei intitolare il post odierno “Di corsa, con le stampelle!”. La sorpresa sta dietro il cancelletto: nel cesto è stato inserito il pranzo: pasta e fagioli, brasato, purè, pane e budino al cioccolato. Una vera soddisfazione per me che non amo stare ai fornelli. Col sole che mi segue e Astro che gironzola tra sala e cucina mi siedo a scoprire i miei piatti, uno più buono dell’altro. Anche se non li conosco, ringrazio chi lavora per fornire questo servizio, che nel mio caso rappresenta una variante gastronomica alla routine. Inoltre rivedo persone di ieri o ne conosco di nuove: effetti collaterali positivi dell’intervento. Per chi vede grigio, cui aggiungo una nota di giallo energetico.

6 pensieri riguardo “Di corsa, con le stampelle!”

  1. Cara Ada, questa esperienza ti fa’ scoprire il mondo del volontariato toccandolo con mano e non descrivendolo come abbiamo fatto finora .Penso che alla fine del percorso sanitario e riabilitativo ti lasci più valori umani positivi ,dimenticando i lati negativi di questa esperienza che ti porterà alla completa guarigione ,pensando a un futuro più roseo.Ci vediamo domani.Ciao e forza sempre!!!💪💪💪💪💪

    Piace a 1 persona

    1. Belli i tuoi fiorellini, sette che è un numero a me gradito. Qualcuno mi ha definito “realista positiva” che mi sta bene. Tranquillizza la tua amica, che l’intervento è per stare meglio. Un abbraccio 💕

      "Mi piace"

    1. Grazie Adriana, anche i commenti incoraggianri predispongono a godere più a fondo dei piaceri della vita. La settimana prossima potremmo vederci martedì o giovedì mattina (liberate dal fisioterapista), dalle dieci in poi. Salvo imprevisti. Buona serata

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: