Boris Johnson e Pericle

Durante la rassegna stampa mattutina su RAI 3 mi fa un certo effetto sentire abbinare Boris Johnson e Pericle: mi allerto e indago. Risulta che il premier inglese sia affascinato dall’era classica della Grecia e che nel suo studio, accanto a un busto di Winston Churchill tenga il busto di Pericle, un altro dei suoi eroi. Il celebre politico, militare e oratore del V secolo a.C. contribuì a fare di Atene la culla della civiltà, facendo tra l’altro costruire il Partenone. Mi era sfuggita la disputa tra la Gran Bretagna e la Grecia, per la restituzione dei fregi del tempio principale dell’acropoli di Atene, i cosiddetti marmi del Partenone, lunghi 80 metri, secondo la Grecia requisiti illecitamente, secondo il premier britannico legalmente comprati. La disputa dura da tempo e mi fa venire in mente furti dell’arte disseminati nel tempo, riproposti anche da recenti film. Personalmente concordo con quanto afferma il ministro greco della Cultura: “Il Partenone, come simbolo dell’UNESCO e della civiltà occidentale, riflette valori universali. Tutti hanno l’obbligo di lavorare per una risoluzione della disputa”. Avendo abitato a Possagno, mi corre l’obbligo di ricordare che anche Antonio Canova dovette affrontare il recupero delle opere “bottino” di Napoleone. Ma preferisco tornare a Pericle, che mi rammenta trascorsi scolastici duri e attraenti. Dalle versioni dal greco del liceo mi ero già fatta l’idea che si trattasse di una brava persona, il Principe della Democrazia che ha favorito l’affermazione dell’Arte Classica Greca. La sua influenza intellettuale e culturale sulla società ateniese fu tale che lo storico Tucidide, suo contemporaneo, lo definì come: “Il primo cittadino di Atene”. Per completezza, Pericle dovette affrontare la fase iniziale della lunga guerra del Peloponneso (431 – 404), tra Atene e Sparta, il conflitto più sanguinoso mai verificatosi fra popoli greci. Io apprezzo la sua lungimiranza che lo portò ad incrementare l’assistenza sociale, ad accollare allo Stato l’educazione degli orfani, a pagare sussidi a mutilati e invalidi, ad assegnare una paga a soldati e marinai in servizio e a introdurre un compenso in danaro per chi ricopriva cariche pubbliche, permettendone l’accesso anche ai più poveri. Nobili intenzioni purtroppo scordate da parecchi politici dei giorni nostri.

4 pensieri riguardo “Boris Johnson e Pericle”

  1. Pericle lo ricordo per la commissione che ha dato agli architetti del tempo Ictino e Callicrate di progettare e far costruire il Partenone,dedicato ad AthenaParthenos protettrice della città.
    Con la tua esposizione ho aggiunto alla mia conoscenza molto altro di interessante sul personaggio.
    Non si finisce mai di imparare, grazie Ada.

    Piace a 1 persona

    1. Neanche io conoscevo gli architetti Ictino e Callicrate, cara Adriana… perciò grazie anche a te di aggiungere sostanza alle mie risicate conoscenze. Vero e meraviglioso che non si finisce mai di imparare! Buon pomeriggio, alla prossima!

      "Mi piace"

  2. Bella lezione di storia ,grazie Ada.Non avevo mai approfondito la figura greca di Pericle. Un personaggio che x il sociale a quei tempi aveva fatto tanto.Buon pomeriggio!!!!👍👍😊😊😊

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: