Ombre sulla nascita

Mia madre faceva l’ostetrica, anzi la levatrice come preferivano chiamarla le donne che partorivano a casa, prima dell’ospedalizzazione del parto. Le ho dedicato un libro intitolato C’era una volta l’ostetrica condotta, piccole storie di donne grandi, presentato nel 2008, l’anno dopo la sua dipartita. In copertina una bella foto di lei sulla lambretta, il suo cavallo di battaglia, con me sul sellino posteriore: foto simbolica del viaggio della vita. Per un certo periodo, mia madre lavorò anche in ospedale, reparto Ginecologia dove le mamme sostavano con i neonati fino alle dimissioni. Una volta la seguii, per assistere a un parto in diretta: super emozionante, provare per credere. La nascita è un evento straordinario, che ti riempie di energia, se tutto va bene. A casa il parto era più naturale, ma rischioso in caso di problemi. Oggi molti considerano la nascita in ospedale alla stregua di una malattia. Comunque sia, quando una creatura viene alla luce, chi assiste al prodigio dovrebbe sentirsi in festa. Clima festoso non doveva esserci nel reparto di Ginecologia dell’ospedale santa Chiara di Trento, se in cinque anni ci sono state 62 dimissioni. La Procura ha aperto un fascicolo sulla scomparsa della ginecologa Sara Pedri, scomparsa dal 4 marzo scorso. Leggo di liti in sala parto e addirittura di lancio di strumenti… spero siano esagerazioni. Sta di fatto che la 31enne di Forlì non era più la stessa e non si sa che fine abbia fatto, anche se il ritrovamento della sua auto nei pressi di un ponte non fa ben sperare. Intanto il direttore generale è stato trasferito e pure il primario del reparto. In attesa di conoscere il seguito della tristissima vicenda, mi chiedo come un evento così luminoso come la nascita può essere oscurato dalla fragilità umana, magari lasciata allo sbaraglio.

4 pensieri riguardo “Ombre sulla nascita”

  1. Chissà cosa c’è sotto! Forse sorprusi,in che clima lavorava questa dottoressa? Al Santa Chiara ci sono stata parecchi anni fa’ ,quando mamma era stata operata al cuore perché la cardiologia era ed è un reparto d’ eccellenza .Chissà !! Speriamo che la magistratura riesca a risolvere il perché di questa scomparsa e dei vari licenziamenti……Che la giustizia faccia il suo corso!!🤔🤔🤔🤔

    "Mi piace"

    1. Già, chissà cosa c’è sotto! … Intanto è mistero sulla scomparsa della giovane ginecologa: chissà quanto aveva investito nel suo lavoro!
      Disturba molto la nebbia che grava sul reparto, immagino il turbamento delle gestanti.
      Io ho dato nel lontano 08.08.88… ma me lo ricordo bene il giorno del parto, anche per via dei quattro otto!

      "Mi piace"

  2. Che stranezza… Di solito si tratta di reparti con il sorriso: le mamme e i papà sono lí con le loro nuove creature. Che gioia la nascita! Il mondo sarebbe piú bello se ci fossero piú bambini!

    Piace a 1 persona

    1. Bravo Manuel, dici bene: anche Dante la pensava come te, quando affermava: “Ci restano tre cose del paradiso: stelle, fiori e bambini”.
      P.S.- la tele in salotto non parte: adesso ci dormo sopra. Più tardi, se non va ti chiamo…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: