Inauguration Day

Oggi 20 gennaio 2021, insediamento del 46esimo Presidente degli Stati Uniti d’America, Joe Biden alla Casa Bianca, evento che sarà visibile in Italia a partire dalle 17, definito “surreale” dal quotidiano la Repubblica, causa covid e per quanto accaduto il 6 gennaio scorso. Sono state adottate misure draconiane, per evitare possibili episodi di contestazione. La parola draconiane mi richiama alla mente un personaggio conosciuto al Liceo classico, Dracone appunto, che sono andata a rivisitare. Dal suo nome, il termine draconiano viene utilizzato come sinonimo di severo, duro, spietato. Vediamo perché. Arconte (= magistrato) e legislatore di Atene, autore del primo codice scritto della città (forse datato 631 a. C.), è rimasto celebre per la sua estrema severità (neanche al tempo della polis aristocratica erano rose e fiori). In modo particolare mise per iscritto le leggi riguardo il diritto penale, per evitare faide legate agli omicidi. Fondamentale il distinguo tra delitto intenzionale, cui era comminata la pena di morte, e delitto involontario, che prevedeva l’esilio. L’unico omicidio permesso era quello di una donna infedele, aberrante anche se riferito al VII secolo avanti Cristo. Dracone stabilisce inoltre il principio della schiavitù per debiti, che può ridurre in schiavitù un aristocratico insolvente verso un popolare (provvedimento questo più comprensibile). Sintetizzando, fu il primo a parlare di “responsabilità personale”. Il suo codice fu poi sostituito da quello di Solone (VI secolo a. C.). Alla fine di questo preambolo, mi stuzzicano due domande: – Come esercitano la responsabilità personale i nostri parlamentari, in tempo di pandemia e di crisi politica? – Cosa hanno imparato, dai lontani tempi della Grecia classica, culla di democrazia? Ovvio che il quesito riguarda anche i politici della Comunità internazionale.

7 pensieri riguardo “Inauguration Day”

  1. Un augurio al nuovo presidente Biden di un proficuo mandato e di un buon lavoro.Ha tutta la mia stima ,avendo lui un passato familiare pieno di tragedie…… è giusto che espleti il suo mandato in tutta tranquillità. Auguri mister president !!!!!

    "Mi piace"

    1. “PARA BELLUM SI VULT PACEM” (SE VUOI LA PACE PREPARA LA GUERRA)
      Ciò che mi ha più colpito del discorso di insediamento del neo eletto Presidente d’America Joe Biden è stata la frase finale di chiusura, ai più passata inosservata, non ha detto il consueto “Dio ci benedica.”, ma ha detto testualmente:
      “DIO BENEDICA LE NOSTRE FORZE ARMATE.”
      Un chiaro messaggio a Russia, Cina e pure Corea per dire che la supremazia militare USA nel mondo non è in discussione e per rassicurare contemporaneamente l’Europa (al contrario di Trump) sul fatto che saremo sempre buoni alleati. Insomma un monito per ricordare, qualora cene fosse bisogno, chi dirige l’orchestra. “Chi ha orecchie per intendere, intenda”, da parte di un presidente all’apparenza troppo cauto e misurato.

      Piace a 2 people

      1. Quindi, mai fermarsi all’apparenza come suggerisci tu, Piero. E meno male, aggiungo io che intravedo, dietro l’apparenza mite del neo Presidente una dura scorza di combattente. Circondato da belle e grintose donne! A breve posto il mio pezzo odierno… colorato di rosa. Grazie di esserci e buona giornata!

        Piace a 1 persona

    1. RESPONSABILITA’ PERSONALE DEI PARLAMENTARI.
      L’articolo 67 della Costituzione recita: “Ogni membro del parlamento rappresenta la nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato.”
      Significa che i parlamentari svolgono il loro incarico senza obblighi nei confronti dei partiti o dei cittadini stessi. Esiste tuttavia una responsabilità politica che è un concetto giuridico in base al quale si determina se un politico debba o meno rispondere delle scelte compiute, praticamente un parlamentare potrebbe essere tenuto a rendere conto del proprio operato e risponderne dinanzi alla magistratura ordinaria. Il politico, però, gode della cosiddetta “immunità parlamentare” che consiste nel non poter essere sottoposto a processo civile o penale senza l’autorizzazione della Camera di appartenenza o del Tribunale dei Ministri.
      Vedi ad esempio il caso della nave Diciotti, bloccata in mare, il16 agosto del 2018 con 160 migranti a bordo, dall’ex ministro degli Interni Matteo Salvini accusato, per il suo operato, del reato di sequestro di persona. Il senatore ha comunque rinunciato all’immunità parlamentare e si è sottoposto a processo che è tuttora in corso.
      Si tratta di un caso eccezionale, ma possiamo tuttora concludere che anche se i nostri parlamentari non hanno obblighi giuridici nei confronti degli elettori, dovrebbero sempre e comunque rispondere alla propria coscienza delle scelte fatte per il bene dei cittadini e della nazione.

      Piace a 2 people

      1. Come non essere d’accordo con quanto precisi, Piero? I nostri parlamentari dovrebbero essere sensibili a carpire anche lo spirito della legge, oltre ad applicarla pedissequamente. Non voglio fare di tutta l’erba un fascio e immagino che ci siano anche persone motivate e capaci, oltre al resto… certo governare non è un mestiere da poco, specie in Italia, una repubblica democratica ancora… in fase di sviluppo! In attesa che maturi, auspico che escano allo scoperto le persone autorevoli, in grado di farsene carico pensando oggettivamente al bene comune, mettendo in subordine quello del partito e trascurando il proprio. Restiamo vigili! Buon pomeriggio, ciao!

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: