Vigilia

Stamattina sento prevalere l’attitudine alla poesia rispetto alla prosa, perciò assecondo l’estro e metto giù qualche verso da deporre idealmente davanti alla capanna. Sperando che il divino bambino accolga la mia preghiera e conceda al mondo avvelenato di uscire dalla pandemia finalmente risanato. Nel mentre auguro a tutti, lettori e non, un sereno raccoglimento.

PREGHIERA LAICA Voglio uscire/allo scoperto/come il bucaneve/che buca il terreno/ricoperto dalla neve./Dinanzi alla capanna/niente ninna nanna/ma il lamento/d’un animo turbato/dalla pandemia/che stenta/ad andare via,/avendo trovato/nella nostra fragilità/terreno per la stabilità./Molti in silenzio/sono trasvolati,/altri restano/e ricalcano turbati/le orme/di quelli andati./Voglio uscire/allo scoperto/come il bucaneve/che non teme più/il gelo e la neve,/perché l’inverno/oltre al candore/offre attimi/d’inatteso /tepore.//

8 pensieri riguardo “Vigilia”

  1. Vero,dobbiamo essere come il bucaneve che sboccia bucando la neve .Così speriamo sia x noi il prossimo anno.Resilienza e speranza x un anno migliore.

    "Mi piace"

  2. Mi ha ispirato il fiore che emerge dal freddo tappeto e che suggerisce appunto di reagire alle avversità, come bene hai percepito tu, cara Lucia. Anch’io spero che riusciremo ad emergere da questo durissimo anno e potremo finalmente farci accarezzare dal tepore del sole… e dagli abbracci non più virtuali. Buonissima serata, a domani

    "Mi piace"

    1. Scienza e umanesimo.
      All’Uomo serve di più la conoscenza scientifica o la cultura umanistica?
      Sembra che stiamo, seppur lentamente, uscendo da questa terribile pandemia grazie soprattutto al vaccino che sta per arrivare, frutto dello studio approfondito e comparato di biologia, chimica e medicina. Ma se finora abbiamo resistito allo stress e sopportato alla sofferenza lo dobbiamo alla nostra cultura fatta di letteratura, musica, filosofia, di profondo sentimento religioso e perché no di poesia? Come i tuoi apprezzabili versi dedicati al fiorire del tenero e delicato bucaneve, metafora di una faticosa ma certa rinascita.

      Piace a 1 persona

      1. Il tuo bellissimo commento anticipa il concetto espresso nel post odierno, dove ringrazio i miei lettori diventati “amici di penna”… ma tu eri già sensibile e apprezzato amico prima. Grazie, Piero di esserci e di offrire pillole di saggezza con disinvoltura e competenza!

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: