Dolce Settembre

Terzo giorno di settembre, giornata splendida: al mattino faccio spese e di primo pomeriggio prendo il sole. Niente disbrigo in cucina, perché compero spiedini di pesce pronti al mercato locale, insalata di contorno con pomodorini miei. Per la frutta mi servo direttamente dall’albero in giardino che quotidianamente deposita prugne succose ai miei piedi. Credo che i prossimi giorni potrò andare a salutare il mare, prima che il clima cambi. Per quanto di bizze ne abbia già fatte parecchie, alternando giornate focose ad altre proibitive. Ho sentito che parecchia gente ha scelto le vacanze settembrine, centrando finora il bersaglio. Certo non gli studenti e i professori che si apprestano all’inizio dell’anno scolastico tra ansia e speranze, a cui va il mio pensiero affettuoso. Sono in pensione e intendo vivere questa fase della vita, senza fasciarmi la testa, la mia età non più evergreen merita altre attenzioni. Mentre scrivo, di primo pomeriggio, mi calo come in una specie di nuvola ovattata dove giungono attutiti i rumori di qualche auto di passaggio, della gru piazzata nel vicino lotto, di un aspirapolvere, della tosaerba del vicino. Anche qualche tenero pigolio dei canarini che stanno mutando le piume e riprendono con cautela a gorgheggiare. Ecco, la parola d’ordine per vivere bene il prossimo autunno mi pare che sia proprio cautela, mai raccomandata abbastanza. Perciò anch’io la adotto e cercherò di farne una ragione di vita.

2 pensieri riguardo “Dolce Settembre”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: