Frutti sì, frutti no

In questa strana estate noto che la pergola di uva fragola, gli anni scorsi generosa di grappoli profumatissimi, risulta pressoché priva di uva. Un’altra assenza per cui mi rammarico. In compenso il piccolo melograno si sta addobbando di frutti tondi e lucidi; se il maltempo non ci mette lo zampino, tra qualche mese giungeranno a maturazione. Una volta spaccata la mela, lo spettacolo dei grani rossi, pare oltre 600, mi rallegrerà la vista e pure il palato, se metterò a frutto qualche ricetta. Per ora mi soddisfa il significato di questo frutto, che abbraccia le parole abbondanza, fecondità, energia vitale e addirittura coesione tra i popoli, per via degli arilli stretti insieme a fare comunità. Di questi tempi, c’è bisogno di simboli positivi per ricaricarsi e superare il distanziamento psicologico. In attesa di tornare a sentirsi parte di un tutto rigenerato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: