Oggi, mare!

Oggi, giornata di mare. Non comodissimo, dato che dista da casa un centinaio di chilometri, ma sempre desiderato per auto rigenerarmi. Il protagonista è lui, col suo gioco di onde che si infrangono sulla rena, ma anche altri dati strettamente legati all’ambiente, come gli oleandri e le cicale. Sono queste ultime ad accogliermi, appena scesa dall’auto, con un frinire stratosferico che mi avvolge come una musica festosa. Dall’alto dei pini marittimi, le signore dell’estate si godono un panorama terso e salutare. Poca gente, qualche vociare di bimbi, il cigolio delle biciclette. Forse i vacanzieri devono ancora affrontare la spiaggia, oppure proprio non ci sono. Quest’anno saranno vacanze di prossimità, per chi potrà farle. Inspiro l’aria balsamica mentre mi avvio in spiaggia, quasi deserta, e mi chiedo cosa farò io, quest’estate 2020, che con l’età e la pandemia me ne sto di più a casa mia. Eppure il mare è gratis, come lo sono i fiori, i colori, le emozioni. Basterà identificare il superfluo… e buttarlo a mare, per così dire. Oggi faccio un pieno di iodio e poi si vedrà!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: