Ognissanti

Oggi, martedì primo Novembre percepisco aria di festa, come se fosse domenica. D’altronde è la giornata di Ognissanti, approfitto per fare gli auguri a chiunque li riferisca al suo santo protettore. Angeli e santi sono i protagonisti della festività odierna, in compagnia dei defunti, la cui commemorazione cade domani. Siccome sono di buonumore, mi dedico alla realizzazione dei muffin con pere e cacao, che è un ingrediente utilizzato per fare il pane dei morti, che mi è rimasto impresso da quando mi venne offerto a scuola, durante il mio primo servizio. Le sue origini si perdono nel tempo. Pare che già gli antichi greci offrissero un precursore di questo dolce a Demetra, dea delle messi, per ingraziarsela. Si tratta di un dolce della tradizione contadina, fatto con ingredienti di facile reperibilità, tipo frutta secca, biscotti secchi sbriciolati, cacao. Di certo la sua storia è legata alle credenze popolari: ad esempio a Milano, anticamente si credeva che le anime dei defunti, una volta l’anno tornassero nelle case dove avevano vissuto; come omaggio al loro spirito, in tavola veniva messo questo dolce. Un lontano cugino del pane dei morti si trova in Messico, il pan de los muertos, una pagnotta aromatizzata con anice e acqua di fiori d’arancio, con una croce incisa sulla superficie. Al di là delle varie ricette e delle relative tradizioni, è bello l’auspicio che le anime dei morti possano connettersi con i vivi. Anche i cimiteri in questi giorni sono oggetto di particolari cure, un invito al raccoglimento e alla preghiera, valori sempre da sostenere, talvolta screditati proprio in prossimità dei luoghi sacri (abitando vicino al cimitero, constato che spesso la parte retrostante viene usata di pomeriggio/sera per scorribande rumorose in motocicletta e ritrovo di giovani chiassosi). Ritengo che la morte vada rispettata tanto quanto la vita, essendone la naturale conclusione. San Francesco docet (insegna).

4 pensieri riguardo “Ognissanti”

  1. Mamma mia che paradosso, da ove veniamo, chi siamo, dove stiamo andando ???
    La morte !!!
    Siamo figli dell’Africa sud Salariana, siamo l’unica specie che si adatta in qualsiasi luogo e si diversifichiamo e abbiamo creato una quantità enorme di popoli.
    Noi siamo usciti dalla roulette un vero caso. L’ambiente stesso è un caso ma noi lo conosciamo e lo deviamo siamo stati fortunati è un previlegio essere quì e dovremmo farne tesoro.
    Un pianeta del nostro sistema solare, nubi, foschia, sole … la prima creatura ha tentato di comunicare con noi siamo dei marziani che stanno incendiando tutto, abbiamo imparato a bruciare il petrolio e ci dedichiamo in una trappola indefinita tale che il mondo sta venendo pericoloso solo per noi.
    La storia evolutiva è una risorsa che ci porta alla nostra fine Forse !!! ” staremo a vedere ” l’uomo si è dato moltissimi modi comprese le popolazioni amazoniche che non sono infelici e senza desideri e senza visioni per il futuro; dove la foresta è amica dell’uomo.
    La natura per loro è un mito e hanno fatto un lavoro di manutenzione del mondo, diversi da noi. Abbiamo un debito enorme con loro !!!
    Ne va della nostra sopravvivenza

    "Mi piace"

  2. Vero, anche i morti vanno rispettati e non ( derisi) con lo scoppio di petardi ginchane in moto e via dicendo…….Oggi ho visitato i miei cari defunti in cimitero a Castelcucco ,a Crespignaga e a Caselle d’ Altivole dove riposano il bisnonno Giovanni e il nonno Clemente morto giovane dopo essere tornato dal fronte ammalato.Aveva solo 36 anni e mamma solo 6 mesi.Che triste vicenda ,per non parlare del bisnonno mancato dopo un incidente con il carro trainato dai buoi ..mamma mi raccontava sempre di quell’ incidente perché lei piccolina (aveva solo 6 anni )su quel carro c’ era assieme ai suoi cugini.Ricordi di un tempo che fu!! Buona serata a voi lettori e a domani.🙏🙏🙏

    Piace a 1 persona

    1. Bisnonno Giovanni e nonno Clemente…te li invidio un poco, perché io ho conosciuto solo le nonne: mi mancano le loro figure e testimonianze, forse anche per questo sono affascinata dalle persone anziane che mi fanno da guide. Oggi ho pensato – e pregato in privato – a chi ho perso fisicamente, ma che continua a farmi compagnia con il pensiero e il cuore 🧡 Ciao amica Lucia, serena serata 🌻

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: