“La vita è bella ma…”

Nel quotidiano la Repubblica di oggi 3 settembre 2021, in Cronaca a pag. 17 leggo l’articolo “La vita è bella ma io sono malata e domani voglio poter dire basta”, corredato di una bella foto di Laura Santi, 46 anni, in carrozzina, spinta dal marito. Faceva la giornalista, amava viaggiare, nuotare, divertirsi. Entrambi sorridenti, sposati da 17 anni, uniti dalla cultura, dall’amore e dalla sclerosi multipla diagnosticata alla moglie 25 anni fa e che peggiora di mese in mese. Lei è testimonial della campagna per poter morire dolcemente e legalmente in Italia, senza essere costretta ad andare in Svizzera “quando non ce la farò più”. Argomento dolorosissimo del fine vita su cui il possibile referendum a primavera potrebbe chiedere agli Italiani di esprimersi. Non ho convinzioni al riguardo e mi esprimo più che altro per intuizione, consapevole che “Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare”, se non addirittura l’oceano, come in questo caso. Allargando un po’ la visuale, ritengo che bisognerebbe parlare molto presto della possibilità di una morte improvvisa, come tante ne capitano per incidenti anche banali. Peggio della morte credo sia lo stato di perenne sofferenza, la condanna alla dipendenza non temporanea dei propri cari, il limbo senza fine di chi perde il lume della ragione. Non so a che stadio sia la legge sul testamento biologico, me ne dovrò occupare. Appena andata in pensione, mi informai in municipio sulla possibilità di acquistare un loculo e mi venne risposto che la vendita non riguarda chi ha meno di 70 anni, perciò per un po’ sto ancora tranquilla. Sperando di mantenermi in buona salute e che la previsione sia corretta.

4 pensieri riguardo ““La vita è bella ma…””

  1. Io sono per il poter scegliere di morire quando non ci sono più speranze,quando una persona per vivere deve essere collegata a una macchina….No,non è vita questa ,quindi è meglio scegliere di morire dolcemente e a casa propria se possibile….!!!!😔😔😔😔

    Piace a 1 persona

    1. Anch’io la penso come te, Lucia… sperando che la signora mi colga senza fretta e senza traumi. Intanto mi impegno a vivere… col piacere di esserci! Ti “giro” Manuel, se viene prima da me; viceversa mandamelo dopo, che ho parecchio da fargli sbrigare. Buon pomeriggio!

      "Mi piace"

Rispondi a lucia zanchetta Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: