Triste vecchiaia

Fin da piccola ho avuto grande ammirazione per gli anziani, quelli invecchiati bene, s’intende, tanto che per me sono come un faro che illumina il cammino verso la vecchiaia. Credo che la perdita dei nonni, avvenuta molto presto, abbia influito in questo senso. Ma anche gI studi classici e il De senectude di Seneca, dedicato all’arte di saper invecchiare, obiettivo che mi propongo di perseguire, non senza qualche difficoltà. È per questo che resto assai male, quando in fatti di cronaca nera sono coinvolti anziani, diciamo pure vecchi, usando il termine con rispetto. Leggo stamattina che nel comune di Lana, in Alto Adige, in una Rsa, un 87enne ha accoltellato a morte la compagna 78enne che era andato a trovare: raptus, fine di una storia d’amore, cos’altro? Di sicuro, uscita di scena per lei e entrata in carcere per lui, immagino. Senza contare che ognuno avrà alle spalle dei familiari che della drammatica vicenda non sapranno farsi una ragione. Di tante tristezze di cui è costellata la vita, una morte violenta per mano di un affine, in età avanzata mi sembra assurda e contraddittoria, perché annulla tutte le conquiste precedentemente fatte. Detto in altri termini, vittima e carnefice è come se fossero vissuti invano. Soprattutto il carnefice, a rigor di logica, mentre alla vittima va tutta la mia pietà, estesa anche a chi se ne occupava e non ha potuto impedire che si compisse l’infame delitto.

2 pensieri riguardo “Triste vecchiaia”

  1. Che tristezza Ada ,ma perché togliere la vita a questa povera donna ,che male aveva fatto ? Queste cose non dovrebbero succedere e ancor meno a quest’ età!!! Ma perché non vivere serenamente l’ ultimo tratto di strada che la vita gli aveva riservato? Perché ha agito così crudelmente? Mille domande che ahimé non trovano risposte .Solo una gran pena per lui e per la povera vittima.😔😔😔😔

    Piace a 1 persona

    1. Dici bene, Lucia! Le domande che ti fai sono anche le mie, destinate a rimanere senza risposta. Evidentemente la saggezza dell’età avanzata non è scontata e la buona morte non è garantita a tutti. Insomma, frequenti la persona sbagliata e ti trovi all’altro mondo con quattro fendenti alla gola. Non vorrei essere neanche nei panni degli operatori sanitari della Rsa… ma non erano minorenni da accudire, anzi lui sì!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: