Nascite in calo

Sul tema della crisi demografica Papa Francesco, intervenuto agli Stati generali della natalità a Roma ha espresso il suo punto di vista con la suggestiva immagine “In Italia inverno demografico freddo e buio”. Leggendo l’articolo su la Repubblica, mi colpisce che in “Questo nostro Paese, dove ogni anno è come se scomparisse una città di oltre duecentomila abitanti, nel 2020 ha toccato il numero più basso di nascite dall’unità nazionale: non solo per il Covid, ma per una continua, progressiva tendenza al ribasso, un inverno sempre più rigido”. Sono numeri impressionanti, anche se in Italia siamo 60 milioni di abitanti scarsi (al 31.12.2020, ab. 59.257.566 su 302.068,26 km quadrati). Anche il premier Mario Draghi sottolinea l’importanza di avere figli per favorire la ripresa, investendo sulle donne e sul miglioramento delle condizioni femminili. Buoni propositi che mi auguro avranno un seguito. Ciò detto, mi permetto di dire la mia sull’essere genitore oggi: un’impresa senza fine. Quando decisi di diventare una ragazza madre non ero una ragazzina, avevo 35 anni, lavoravo stabilmente nella scuola: ricordo l’entusiasmo nell’affrontare un’avventura umana che sapevo mi avrebbe condizionato per sempre. Col tempo è venuto meno il sacro fuoco della dedizione e sono aumentate le preoccupazioni, ad esempio legate alla crisi economica, congiunta alla pandemia: mio figlio è un giovane adulto al momento senza lavoro, impossibilitato a crearsi una famiglia. Cerco di non essere invasiva e sto alla finestra, in attesa che qualcosa cambi. Diverse mie coetanee sono nonne, piacere per ora a me negato e di cui non sento la mancanza. Tra le mie colleghe in servizio molte sono single e senza figli, chissà se c’è un nesso. Mi sovviene il proverbio: “Dio manda il freddo secondo i panni”. Nel mio caso non so se ci abbia visto giusto…

6 pensieri riguardo “Nascite in calo”

  1. Argomento questo che non mi tocca ,
    perché ho due figli maschi ma il buon Dio mi sa che al giorno d’ oggi non me li fa’ sposare ,per le vicissitudini della vita purtroppo!!!! Quindi non diventerò nonna ,non avrò questa gioia ,ma non importa ,importante che siano felici anche così!!!! Buon sabato a tutti voi😘😘😘😘

    "Mi piace"

    1. Lucia, sei la dimostrazione di quanto una madre partecipi per la vita dei figli, allargandosi perfino al loro futuro. Considera che abbiamo dato il nostro contributo per il mantenimento della specie… e ci sono casi di maternità negata biologicamente ma produttiva moralmente. Possiamo sempre “adottare” un bambino e immaginarlo come nostro nipote. Essere madre viene prima e assorbe di più! Ciao 💟

      Piace a 1 persona

  2. Sai che guardando gli spot : adotta un bambino a distanza ,un pensiero lo avevo fatto!!!! Magari un sudamericano……Vedremo più avanti!!!! Ciao 👋👋👋

    "Mi piace"

  3. “Dio manda il freddo secondo i panni” è un detto che mi fa rabbrividire.
    Penso a certe famiglie martoriate dagli eventi, che avessero abbastanza panni?
    Penso alla mia esperienza, ne avevo? Avevo solo quelli che indossavo? per cui quando li lavavo rimanevo al freddo? Boh. Non voglio pensare a quella frase.
    Buona serata.

    "Mi piace"

    1. Hai ragione, Martina: sembra che il Padreterno abbia distribuito prove e dolori a casaccio… ma l’errore dei “saggi”, a mio dire, è tirare in ballo proprio Lui, per stemperare certe vicende umane che sfuggono al nostro controllo e comprensione. Stai tranquilla, buona serata! 💟

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: