Una mattina mi son svegliato…

Questa mattina, 25 aprile 2021, mi son svegliata presto. Aperto il portoncino, ho sentito il canto degli uccellini appollaiati sui rami dei noci a bordo strada e il suono delle campane del paese vicino. Mi sono stupita, perché l’ora non era quella della messa, salvo varianti che potrei ignorare, perché non sono un’assidua praticante. Comunque ho percepito come gioioso lo scampanio e l’ho associato a quello, centuplicato e più che deve essersi diffuso per le piazze e le strade il 25 aprile 1945: una festa irripetibile, piena di speranze e di intenti. Credo che le persone in età avanzata si commuovano, giustamente al ricordo della riconquistata Libertà, mentre temo che le giovani generazioni non apprezzino a dovere il bene assoluto che la parola contiene. In un messaggio inoltrato stamattina da Serapia, leggo: “Ricordiamoci sempre di non dimenticare mai”, sembra un gioco di parole ed invece contiene un monito urgente, perché la memoria è un valore che si nutre delle esperienze di chi ci ha preceduto, sacrificando la vita per alti ideali. Per fortuna oggi non siamo in guerra… ma non mi pare fuori luogo ricordare che, secondo papa Francesco – e non solo lui – stiamo combattendo, a rate, una sorta di terza guerra mondiale, con un nemico subdolo e invisibile, che tante vittime ha già mietuto. Quindi grazie a chi si impegna per mantenere vivo il sacro fuoco della memoria, anche senza esternarlo, per motivi di discrezione o restrizioni sanitarie. Oggi è anche una bella giornata di sole, da trascorrere in Pace e in Libertà!

8 pensieri riguardo “Una mattina mi son svegliato…”

  1. Già! Che gran cosa dev’essere stato quel giorno. Altro che campane a festa! Dopo una lunghissima guerra deve esserci stata per forza una lunghissima festa per celebrare la fine di tutte quelle tragedie. Devo ricordarmi di chiedere a mia nonna come é stato vivere quel giorno. Mi vedo in ogni caso d’accordissimo con Serapia!

    "Mi piace"

    1. Bravo Manuel, grazie per il tuo sempre apprezzabile contributo! Hai ragione, deve essere stato qualcosa di esaltante ed esplosivo (in senso buono) esserci, allora! A noi spetta raccogliere il testimone, senza dimenticare. Giusto valorizzare tua nonna, preziosa testimone, che ti prego di salutarmi. Un ideale abbraccio, arrivederci!

      "Mi piace"

  2. Vero!! Importante è non dimenticare il sacrificio di molti Italiani che hanno combattuto per la libertà .Papà se lo ricordava quel 25 aprile del 1945 ,perché era a Roma in quegli anni ed aveva 14 anni anzi li compiva proprio quel giorno quindi doppia festa !!!!! Era uno dei ricordi belli che custodiva gelosamente nel suo cuore.Auguri papà!!!!

    Piace a 1 persona

    1. Che bel ricordo, Lucia: gli auguri a tuo papà, proprio il 25 aprile mi hanno fatto rabbrividire! Con poche parole hai detto molto, riportandoci a quella giornata irripetibile! Ti ringrazio di averlo condiviso. Un abbraccio, buon prosieguo di giornata! 💟

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: