Primo Novembre 2020

Primo Novembre 2020, Ognissanti, in qualche calendario chiamata anche Festa di tutti i Santi. Loro festeggeranno in Cielo, ma qui in terra, impediti gli assembramenti, è un mesto andare al Camposanto senza la processione e i canti degli anni scorsi. Io abito in prossimità del Cimitero da vent’anni ed è la prima volta che non registro la lieta festa deputata dai vivi ai defunti. Le restrizioni vanno rispettate, la pandemia ha rialzato la testa; ammetto però di soffrire il lockdown affettivo e le privazioni connesse. Per fortuna, di questi giorni i cimiteri gioiscono grazie ai fiori, di tutte le fogge e colori, regalando una nota di vivacità a chi va in visita, quasi fossero loro, i defunti a regalarci una nota di speranza attraverso le lastre tombali tirate a lucido e le foto che si animano. Il tema della vita è inequivocabilmente congiunto con quello della morte, anche se il secondo viene volentieri archiviato, finché il lutto non diventa palpabile. Facendo pulizia dietro uno scaffale, proprio oggi ho trovato un foglietto, dove avevo trascritto la seguente frase sulla morte attribuita a Epicuro: “Quando c’è lei non ci sono io. E viceversa.” Dopo una preghiera privata e un pensiero ai cari defunti, considerato che devo occuparmi della vita, mi auguro di gestire al meglio quella che mi resta, estendendo l’augurio pure ai miei lettori.

6 pensieri riguardo “Primo Novembre 2020”

  1. Grazie Ada,per aver ricordato la festa di Ognissanti e quella dei defunti .È una ricorrenza mesta quest’ anno ,anche se il cimitero è addobbato a festa.Dovrebbe essere così tutto l’ anno però…….!!!!

    Piace a 1 persona

    1. Ho sempre pensato la stessa cosa anch’io… chi sta di là sarà magnanimo, anche perché io coltivo il mio altarino interno, fatto di memoria e di “presenza” costante, nonostante le non evidenze (scusa il gioco di parole). Un abbraccio, a domani 💛

      "Mi piace"

  2. Ognissanti e Commemorazione dei Defunti.
    La nostra opulenta e onnipotente società ha allontanato l’idea della morte, addirittura il giorno di Ognissanti è stato quasi sostituito dai grotteschi festeggiamenti di halloween, niente di più estraneo alla nostra cultura e tradizione. Abbiamo esorcizzato la morte. Di una persona non si dice più “è morto”, ma è mancato all’affetto dei suoi cari, è passato a miglior vita o, per i credenti, è tornato alla casa del Padre. Tutti eufemismi per addolcire una tragica realtà. L’idea della fine non ci tocca più di tanto, la vita media si è allungata di molto e la morte appare sempre più lontana. Inoltre non viviamo più l’esperienza delle persone che muoiono nella loro casa accompagnate dall’affetto dei propri cari, ma se ne vanno quasi sempre da sole in un’anonima stanza di ospedale; la veglia funebre è ridotta a breve tempo dentro una fredda camera mortuaria; le esequie e la tumulazione sono spesso vissute più con senso di stupore e sgomento che non con dolore.
    C’è voluto il coronavirus per riportarci alla cruda realtà con quella infinita colonna di camion militari che portavano via centinaia di salme dalla città di Bergamo. E’ stato uno shock scoprire che la morte non è poi così lontana da noi e forse per questo oggi ci siamo recati in cimitero con un atteggiamento più intimo e riflessivo del solito, direi quasi più umile nel gesto di portare dei fiori sulle tombe dei nostri cari defunti.

    Piace a 2 people

    1. Che commento esauriente, Piero e condivisibile: grazie di cuore! Anche da ragazza pensavo che il tema della morte avrebbe dovuto essere trattato sui banchi di scuola, con le dovute accortezze, a seconda delle fasce d’età. Adesso ci è stato servito su un piatto d’argento, per così dire… Confido che le tue sagge parole saranno condivise, così come io le adotto.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: