Fenomeno sciagurato

Nel 2022 si sono registrati meno FEMMINICIDI in Italia dove cresce la prevenzione. Tuttavia le vittime sono ancora molte. Sono 104 le donne uccise nel nostro Paese da inizio anno: i loro nomi si leggono sullo sfondo rosso della facciata di Palazzo Chigi. La giornata contro la violenza sulle donne risale al 1999 e ricorda il sacrificio delle tre sorelle Mirabal, attiviste politiche della Repubblica Dominicana, uccise il 25 novembre 1962 perché protestavano contro il regime del dittatore Trujillo. Il fenomeno è diffuso a livello mondiale – Francia, Germania e Spagna in Europa contano il maggior numero di donne uccise – ma questo non solleva lo spirito. In Italia, la regione che risulta prima per femminicidio (il 17,2 %) è la Lombardia, seguita dall’Emilia Romagna (8,8 %), dal Piemonte e dal Lazio (entrambe all’8,4 %). Al di là dei freddi numeri, disorienta riflettere sulle cause di questo sciagurato fenomeno di cui spesso si macchiano uomini affettivamente vicini alle vittime: mariti, compagni, ex …perfino fratelli e padri. È evidente che l’amore non c’entra nulla, più appropriato parlare di possesso, gelosia, odio. Non ho esperienza diretta di drammi del genere, anzi quasi: anni fa, in un comune vicino un padre uccise la figlia di cui si era ‘invaghito’, episodio che si commenta da solo. In una ipotetica intervista alle vittime, chiederei cosa ha fatto esplodere la violenza e cosa si può fare per evitarla, o quantomeno contenerla. Immagino che tutte risponderebbero NON SOTTOVALUTARE i segnali che spesso – per non dire sempre – vengono sottostimati, forse per non rendere pubblico un dissapore e con la speranza che la furia passi. Ma sappiamo com’è finita. 🙏

2 pensieri riguardo “Fenomeno sciagurato”

  1. È una giornata triste oggi nel ricordare tutte quelle donne uccise per mano di uomini che dicevano di amarle ,ma purtroppo quello non era amore …… e loro poverine non ci sono più. Una preghiera per loro e per i figli rimasti senza la loro mamma.😔😔😔🙏🙏

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: