Spes ultima dea (speranza ultima divinità)

Non uso più le stampelle da varie settimane (sono stata operata all’anca lo scorso novembre) e vado quasi di corsa. Se fisicamente ho recuperato, magari ci fossero delle stampelle per riequilibrare l’umore compromesso da tante brutte notizie, cui c’è addirittura il rischio di abituarsi. Leggo la più brutta stamattina nel quotidiano, anticipata dalla tivù: è stata ritrovata uccisa Olga Sukhenko, la sindaca del villaggio di Motyzhyn, insieme al figlio 25enne Alexander e al marito Igor, ritrovati con le mani legate in una fossa comune. I tre erano stati rapiti dai russi il 23 marzo scorso. Magari fosse una fake news, come la propaganda di una certa parte tenta di passare. Dopo quaranta giorni e più di conflitto Russia-Ucraina, le immagini e i servizi che arrivano hanno tolto il dubbio che si tratti di “operazione speciale”, alla faccia di chi proibisce l’uso della parola guerra (comunque si chiami, chi resta sul campo è spessissimo un civile inerme, passato per le armi). Più appropriata la definizione di “guerra sacrilega”, usata dal Papa. Sono disgustata dall’evento e dalla piega che sta prendendo. Chissà quante volte la violenza perpetrata ai danni della sindaca Olga è stata ripetuta…leggo che, al momento del sequestro, il marito ha voluto seguirla, condannandosi alla stessa tragica fine, toccata poi al figlio. Pensare che quando insegnavo Storia, era sempre una gran fatica introdurre l’argomento della Grande Guerra: bisognava prima girarci attorno, per non urtare la suscettibilità degli adolescenti. Non invidio i miei colleghi in cattedra…e nemmeno gli studenti, ai quali non so cosa potrei dire, per fornire un briciolo di speranza. Già, gli antichi si appellavano a lei, dicendo: Spes ultima dea (Speranza ultima divinità) e altrettanto conviene che ripetiamo noi. Augurandoci che la divinità – l’ultima rimasta a consolare gli uomini, dopo l’abbandono della terra per l’Olimpo da parte degli altri dei – non sia sparita dalla circolazione.

4 pensieri riguardo “Spes ultima dea (speranza ultima divinità)”

  1. Se come scrivi “gli antichi si appellavano alla dea speranza per ricevere conforto” i nostri vecchi più recenti ma certamente saggi ci hanno lasciato il “chi vive di speranza muore disperato”. Dovremmo tutti essere più realisti e “fare” perché anche la Pace si costruisce!

    Piace a 1 persona

      1. Purtroppo non ci sono più andata perché Lucia ieri sera mi ha telefonato che un’ospite era risultata positiva al covid…e stamattina pure lei (pur con tre vaccini). Visto che non poteva fare più la terapia, pensava di tornare a casa in quarantena! Sono dispiaciuta e incredula. Almeno ha usufruito del 70% delle sedute, dato che sarebbe rientrata a fine settimana. Buon pomeriggio e incrociamo le dita!

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: