Riciclo

Oggi 18 marzo 2022 è la Giornata Nazionale per le vittime del covid (157.000 in Italia, 6 milioni in tutto il mondo): triste e doveroso ricordarle. Ma è anche la Giornata Mondiale del Riciclo, che mi si addice per quanto spiegherò sotto. Voluta dalla Global Recycling Foundation propone per il quinto anno l’educazione sul riciclo, partendo dalle scuole a difesa dell’ambiente. Saranno identificati dieci vincitori, cui verrà dato un premio di 1.000 dollari ciascuno. Ranjit Baxi, presidente fondatore dell’organizzazione ha dichiarato che va considerato eroe del riciclo chiunque sia impegnato in questo ambito, all’interno della propria comunità locale. Proposito che sottoscrivo e condivido. Anzi, senza tema di essere smentita, confesso che da tre settimane sto facendo ripulisti tra le mie carte di scuola, incautamente trattenute per decenni. Molte sono fotocopie: di brani, articoli, schede varie utilizzate durante il Corso serale per la licenza media, in quanto gli studenti lavoratori erano esonerati dall’acquisto dei materiali. È stata un’esperienza intensa, durata un solo anno che mi ha molto arricchito dal punto di vista umano; ho dovuto accantonarla, perché lavorare di sera era per me quasi innaturale. Mi restano i ricordi…e decine di cartelline zeppe di poesie, schede di storia, di geografia, attualità, parole crociate. I frequentatori del mio corso erano una quindicina, per lo più donne che vedevo per cinque sere la settimana, dalle 18 alle 21, se ricordo bene. Se non ho buttato prima il materiale, la ragione è proprio la simpatia per l’esperienza fatta, alla quale è doveroso aggiungere una tendenza all’accumulo, che riguarda anche vecchi tomi di antologie impolverate e testi per la didattica rimasti pressoché intonsi, perché l’esperienza si fa sul campo, cioè in classe. Con la Dad (didattica a distanza) è cambiato molto, il computer ha sostituito il volume, meno carta e più schermi. Non so se ci sia una ragionevole via di mezzo. Io procedo così: regalo i testi, consenso solo alcune fotocopie (per ripassare) e cestino il cartaceo inutilizzabile. Più facile a dirsi che a farsi. Comunque qualche miglioria si vede e per ora mi accontento.

4 pensieri riguardo “Riciclo”

  1. Il riciclo ormai è uno dei doveri quotidiani che noi esseri umani dobbiamo rispettare per la salvaguardia dell’ambiente .Io la mia parte la faccio e sono ben contenta di contribuire alla salvaguardia dell’ambiente .Evviva il riciclo!!!!👋👋👋

    Piace a 1 persona

    1. Brava Lucia, casa tua è uno splendore! Non ho dubbi sulla tua cura e attenzione. Dati i tempi di magra, sarà bene diventare risparmiosi e abituarci al riciclo. Bello leggerti, sapendo dove sei…ma tra pochi giorni sarai a casa! Buon pomeriggio, un abbraccio! 💞

      "Mi piace"

  2. Veramente il riciclo mi è sempre stato; sino a quando da ragazzo, facevo rivestimenti murali, si doveva proteggere e riparare tutte le parti della casa o dell’appartamento o Hotel che potevano essere sporcate dal materiale che andava a ricoprire il muro. Quando tutto veniva tolto: si parla di Cartone, naylon, scotch, legno ecc. Doveva essere assolutamente riciclato per essere o riutilizzato o riportato in azienda per essere lavorato. Già a quei tempi, parlo del 1970, avevamo l’idea del rispetto della natura che mi sono sempre portato con me. Da non credere alla difficoltà che successivamente ho avuta nel convincere le persone che frequentavo nell’applicare questa assoluta necessità per il bene della terra e per la nostra sopravvivenza. Ultimamente , non vivendo in Italia, mi sono fatto capire anche dal comune dove ero ospitato per mettere a loro visione la mia preoccupazione per quanto riguardava le immondizie di quella zona, senza risultati eccellenti !!! Sotto questo aspetto anche nel sud Italia la situazione è veramente preoccupante, non per sentito ma per averlo vissuto. Per fortuna qui a Treviso la situazione è corretta e la gente si è convinta che dare la massima attenzione per questo pianeta vuol dire vivere meglio. La cosa che ancora trovo anomala sono le confezioni che contengono Alimenti e attrezzature di prima necessità ricoperti di materiali che poi vengono automaticamente BUTTATI !!! è pazzesco ! Il dio denaro non ha limiti per noi Incapaci.
    Quando ha fatto l’ insegnate a quelle persone di una certa età; era per far fare a loro l’esame delle medie ??? Erano tutte donne ??? Quanti anni avevano ???
    Che le rendeva la cosa difficile era la difficoltà d’insegnamento; la difficolta di comprensione; erano la difficoltà degli orari o la mancanza d’attenzione !!! Per quanto riesco ad immaginare avrebbe dovuto essere molto più soddisfacente che non avere a che fare con ragazzi/e giovani ?
    La cosa essenziale, spero che sia applicata, è inserire nella scuola il rispetto per l’ambiente e non solo sulla scuola !!!
    Ivano

    Piace a 1 persona

    1. Grazie, Ivano: era dai tempi delle mail che non ne leggevo una di così lunga e appassionata. Noto che “lo spirto guerrier” del Foscolo non ti ha abbandonato! Le tue esperienze professionali sono preziosa eredità da trasmettere, se possibile. Quanto ai miei alunni adulti, la media era sui 40 anni, più donne: in un caso c’erano madre e figlia. I più giovani due 15enni bocciati in terza, che frequentavano di mala voglia, forse intenzionati a disturbare ma impossibilitati a farlo (perché i più grandi glielo impedivano). Molto più gratificante insegnare agli adulti…ma avevo il cuore a casa dove mio figlio 13enne rimaneva da solo. Adesso torno a ordinare carte e a fare riciclo. Grazie per l’esauriente intervento (non rileggo, se ho fatto errori correggi tu…ricordi?). Buona serata 🌷

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: